SPAGHETTI ALLE VONGOLE DI GEMMA

Buongiorno golosastri!
Quando questo articolo sarà on line, io starò già godendo del mio mare, così ho pensato di condividere con voi il mio pasto da spiaggia.
(n.d.r. non venite a fare i PdF che questa ricetta l’ho già messa sul blog, perchè questa è un altra cosa!)

Foto Gemma ©

Foto Gemma ©

SPAGHETTI ALLE VONGOLE DI GEMMA

Certo, mangiarli sulla veranda con sotto scogli e mare è la sintesi della beatitudine, ma anche sul terrazzo di casa sono buonissimi, si preparano il 13 minuti e il pranzo è risolto!

INGREDIENTI PER 3 PERSONE AFFAMATE:

– 500 gr di spaghetti
– 500 gr di vongole veraci
– 200 gr di pomodorini ciliegino
prezzemolo, peperoncino, olio.

Mentre mettiamo a bollire l’acqua per gli spaghetti, in un largo saltapasta disponiamo le vongole, precedentemente lavate e spazzolate una per una (lo so sono esagerata, ma meglio essere prudenti).
Copriamo con un coperchio la pentola e mettiamola su un fuoco alla massima potenza.

 

10361462_746982478691481_5900833268081359307_n

Foto Gemma ©

Quando le vongole iniziano ad aprirsi aggiungiamo:
pomodorini tagliati a metà, prezzemolo, poco peperoncino, olio e riduciamo il calore a metà.
Il tempo che cuoce la pasta e il sugo è pronto! Scoliamo lo spago al dente, mantechiamolo pochi secondi nel condimento e serviamo subito caldo caldo.
Buon appetito e buon mare!
Gemma.

Guazzetto di Vongole

Oggi facciamo una ricetta molto succulenta anche se ha i suoi tempi di digestione, il guazzetto di vongole.

guazzetto di vongole
Per prima cosa prepariamo le vongole la sera prima mettendole a bagno in acqua fredda salata, cambiandola più volte in modo da far spurgare il sale.
Mettiamo quindi le vongole nella pentolona, con bagnandole con vino bianco e accendiamo un fuoco vivace. Lasciamo qualche minuto aspettando che i molluschi si aprano.
Nella padella intanto mettiamo olio, aglio, prezzemolo e peperoncino.
Ora armiamoci di pazienza e apriamo tutti i mitili gettando i gusci vuoti, accendiamo il fuoco e facciamo scaldare la padella con l’ olio. Quando inizia ad essere caldo aggiungiamo le vongole sgusciate.
Dopo qualche minuto aggiungiamo una scatola di pelati, assaggiate se non abbastanza piccante regolate con un cucchiaino di nduja.
Allunghiamo l’ acqua di cottura delle vongole, e lasciamo cuocere sino a che non ritira.
Prepariamo del pane casareccio tostandolo leggermente e condiamolo con un filo d’ olio e una strofinata d’ aglio, mettiamole sul fondo del piatto in tavola. Servite le mestolate del composto direttamente nel piatto sopra il pane.

Buon appetito servite abbinato con un Aglianico bello freddo

Tagliolini neri con vongole e affini

Sollecitato da più parti, questa domenica abbiniamo pasta e mitili. Per la precisione vongole.

Recatevi quindi senza indugio dal vostro fornitore di mitili di fiducia ad acquistare le vongole (con due kg mangiate in due abbondate). Alla sera mettetele a bagno con acqua fredda e sale.

Alla mattina scolatele  e cambiate l’ acqua che sarà piena di sabbia, ripetete l’ operazione altre tre o quattro volte con acqua fredda perchè di sabbia ne uscirà tantissima.

Nel frattempo avrete impastato per preparare i taglierini aggiungendo del nero di seppia preso dal pesciaio di cui sopra o in bustina al market.

Recuperate una padella capiente, buttate uno spicchio d’ aglio, peperoncino e mettete i molluschi, bagnate con vino bianco, coprite e accendete il fuoco bello forte.

Dopo pochi minuti i molluschi si apriranno, adesso viene la parte menosa. Iniziate a levare i gusci e tenete il ripieno (al ristorante non lo fanno, ma perchè non hanno tempo). Ora avrete una padella con un sughino e un sacco di molluschi, accendete il fuoco e scaldate il tutto; se il sughino fosse poco aggiungete poca acqua. Gettate nel sughino i tagliolini freschi,  mescolate e cuocete. Dopo circa 5 minuti (dipende dalla padella, dal fuoco e dal quantitativo) la pasta sarà cotta e il sugo asciugato.

Servite roventi con prezzemolo a pioggia. Se avete cambiato tante volte l’ acqua non vi troverete sabbia nel piatto, averle sgusciate prima vi consentirà di godere appieno della pasta senza preoccuparvi di sgusciare i molluschi.

Con questo ci bevo un bel prosecco della Vadobbiadene.