Brianzilvania di Alessandro Girola – Recensione

cover1Brianzilvania
di Alessandro Girola
Copertina di Giordano Efrodini
Editing a cura di Germano M.
57 pagine circa, 0,95 euro

Sinossi

Quando l’azienda automobilista Avio Motor chiude le fabbriche per colpa degli scandali che coinvolgono i suoi proprietari, oltre quattrocento dipendenti rimangono senza lavoro.
Quattro di loro non hanno intenzione di accettare passivamente tale situazione. Per vendicarsi di quanto accaduto decidono di organizzare una rapina nella villa di Giovanni Avio, l’anziano patriarca della famiglia di industriali lombardi.
Ciò che li aspetta a Segoveso, remoto paese della Brianza lecchese, va però ben oltre i loro peggiori incubi.
I quattro ladri impareranno a loro spese che a volte l’espressione “diabolico capitalismo” non è soltanto metaforica…

986

questa è Karin la protagonista

Commento
Ho più volte recensito i libri di Alessandro Girola perchè lo ritengo uno dei migliori autori indipendenti attualmente sul mercato italiano e, dopo aver a lungo distribuito direttamente i suoi lavori è passato, con aumento della professionalità, sul mega store Amazon.
In questo racconto ci troviamo nella Brianza alternativa, dove le cose non sono quelle che sembrano e il classico imprenditore con la fabbrichetta può nascondere dei risvolti inaspettati; le citrazioni nascoste nel testo che rimandano a film ormai cult costituiranno un ulteriore divertissement nel ritrovarle.
Se fossimo in un paese normale un autore così prolifico ed innovativo sarebbe letto normalmente ma qui in ItaGlia abbiamo ancora dei preconcetti degni del Medio Evo (autopubblicato=merda) e quindi non rimane che fare affidamento sul passaparola e sulla qualità che alla fine paga sempre.
Consigliatissimo a tutti , anche se apprezzabile ancora di più se seguito , o preceduto , dalla lettura degli altri racconti di Girola ambientati nella Lombardia ..alternativa : Milano Doppelganger , Bagliori da Fomalhaut ed altri…oltretutto tutti offerti ad un prezzo ridicolo, cosa che non guasta.
Cliccate qui sotto e lo avrete subito sul vostro lettore:

Vampiropoli, scandalo di sangue – recensione

 Vampiropoli, scandalo di sangue

di Francesco Cagno
Pyra Edizioni
Romanzo in formato eBook, 4.50 euro

Sinossi

«E se ti dicessi che il presidente del consiglio è un adoratore del demonio che beve sangue umano?»«Be’… Direi che dopo il presidente operaio e quello puttaniere, il presidente vampiro sarebbe un’evoluzione interessante… Però credo che nessuno si stupirebbe: lo sanno tutti che i politici non sono altro che dei parassiti che succhiano il sangue a noi comuni mortali!»«Non c’è mica da scherzarci su! Guarda cosa c’è in questo dvd…»

Recensisco, a distanza di qualche tempo, questo e-book. Vampiri e cronaca attuale, un mix interessante, potenzialmente esplosivo. Ambientato nell’ Italia di oggi, con riferimenti (poco) velati all’ attualità e personaggi facilmente riconoscibili l’ autore ci trascina in un complicato intrigo. La trama è molto complicata e lascia sino all’ ultimo il dubbio su quale sia il fine ultimo del nostro (ex) Amato Leader, difficile poterla raccontare senza spoilerare quindi dovete leggerlo.

La scrittura è scorrevole, veloce, intrigante. Ci vorrebbe forse una piccola revisione della parte finale perchè risulta un po’ compressa e con passaggi non proprio lineari. Nel pattume di succhiasangue emo e bimbominkia che traboccano dagli angoli vampiri delle librerie (esistono veramente sic!) un prodotto di livello superiore ad un prezzo onesto.