Jalne (ebook)

Jalne
di Alessandro Girola e Cristiano Pugno
Copertina di Giordano Efrodini
63 pagine circa, 0,92 euro

cover

vediamo se riconoscete chi c’è nella foto…

In un futuro non lontano l’umanità è decimata dal Morbo di Lee-Chang, che trasforma gli infetti in selvaggi ematofagi, vere e proprie armi biologiche ambulanti.
La pandemia ha raggiunto quasi ogni angolo del globo, lasciandosi dietro devastazioni e barbarie.
Questa è la storia del Survival Blog, il primo progetto di scrittura collettiva italiano nell’ambito della cosiddetta zombie apocalypse.

Jalne contiene due racconti autoconclusivi.
Fortress Hotel narra la storia gruppo di superstiti, arroccato da mesi in un resort abbandonato di Fuerteventura. La possibile salvezza si manifesta in una spedizione navale argentina, sbarcata a cinquanta chilometri dal loro rifugio. Raggiungere i militari sudamericani non sarà affatto semplice.

Diario di Isabel ci svela invece le ultime settimane della dottoressa Isabel Pumm, ricercatrice assegnata a un progetto scientifico segreto, nel cuore del Sudafrica. L’obiettivo del suo team è quello di trovare una cura per il Morbo di Lee-Chang, ma una serie di incidenti interromperà l’isolamento dei laboratori…

Presentazione

Jalne è un micro-antologia ispirata al progetto di narrativa collettiva Survival Blog.
Al suo interno troverete due racconti: Fortress Hotel (di Alessandro Girola) e Diario di Isabel (scritto dal sottoscritto).

Fortress Hotel è la versione ampiamente riveduta e migliorata dell’omonimo racconto, pubblicato oltre due anni fa e, a dire il vero, mai eccessivamente pubblicizzato.
Diario di Isabel è un inedito, un diario asciutto ed essenziale di una ricercatrice sudafricana, impegnata in un tardivo progetto per trovare una soluzione alla Pandemia Gialla.

Entrambi i racconti sono autoconclusivi e possono essere letti indipendentemente. Non è nemmeno necessario conoscere tutti i retroscena del Survival Blog, per poterseli godere appieno. A ogni modo l’ebook ha in appendice il ricco sourcebook di questo scenario condiviso, che può anche tornare utile a chiunque voglia cimentarsi nella scrittura di un racconto ambientato nel medesimo setting (sì, potete farlo, aggiungendo nel vostro file tutti i credits al progetto).

La formula dell’ebook racconto lungo (o novelette), più racconto breve in appendice, adottata per esempio da Urania Mondadori, è interessante e versatile. Questa è la prima occasione in cui mi capita di testarla. Se vi piace, lo rifaremo. Semmai, fatemi sapere le vostre impressioni.

Visto che è superfluo aggiungere altro, mi limito ad augurarvi buona lettura, per comprarlo basta cliccare qui sotto:

Nota Tecnica

Al momento l’ebook è disponile solo sul Kindle Store di Amazon, non sono previste copie cartacee. (si potrebbe fare un eccezione rarissima con un .epub ma a fronte di giustificazione firmata da entrambi i genitori)
A chi è in possesso di tablet o smartphone con altri sistemi operativi, consiglio di scaricare le applicazioni gratuite che permettono di leggere ebook acquistati sul Kindle Store su eReader non legati in alcun modo ad Amazon.

Recensione – Offshore

1501833_567883133298246_1259287077_n
Questa è la recensione riveduta e corretta al 2013 di Offshore il racconto di Germano M. scritto in occasione dell’ avventura del S.B.
Titolo: Offshore
Autore: Germano M.
Anno: 2012
Genere: Horror, Post-apocalittico
Editore: Autoprodotto
Formato:  Amazon/Mobi

Sinossi: La Pandemia Gialla ha messo in ginocchio la civiltà, nel 2016 sono pochi i sopravvissuti in grado ancora di aggiornare. Uno di loro è Geremia, detto Jerry, ingegnere elettronico rimasto isolato in una centrale eolica offshore, in mare aperto. “Offshore” è il diario delle sue giornate, un resoconto della sua sopravvivenza alle prese con la minaccia dell’infezione e quella delle polveri radioattive provenienti dall’India.

Recensione: Ultimo arrivo per il filone legato al “Survival Blog”  e all’ universo sconvolto dalla pandemia Gialla creata da Alessandro Girola. Qui Germano “Hell” cambia decisamente registro rispetto alle Atmosfere del precedente racconto GfH dove il suo alter – ego sfuggiva al contagio rifugiandosi nella remota provincia della verde Irlanda.  Offshore è ambientato su di una piattaforma eolica situata nell’ oceano indiano, ai limiti della propagazione del fall-out generato dalle esplosioni atomiche nel sub-continete indiano durante le operazioni di contenimento dell’ infezione. Il racconto è claustrofobico, violento, a tratti duro nel linguaggio e nelle descrizioni. Il protagonista frustrato dall’ isolamento, dalla fine incombente e dalla malattia (scorbuto?) che lo fa’ diventare  sempre più alienato,  lasciando al suo blog l’ unico flebile contatto con il mondo esterno e la normalità. Il racconto, anche se breve, descrive la discesa verso l’ abisso della disperazione e la presa di coscienza che il destino è segnato. Nessuno salva nessuno, e la fine non è vicina ma è già arrivata.

Disponibile solo in formato e-pub (per ora) si legge rapidamente e lascia una stretta allo stomaco non da poco. Impaginazione e copertina realizzate non da professionisti ma sicuramente di ottimo livello.

AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2013
Germano ha rilasciato la versione riveduta e corretta, con una nuova copertina molto più professionale, riscrittura di alcune parti, correzione dei refusi. La trovate su Amazon a meno di un euro, basta cliccare sotto:

Racconti Scelti della Pandemia Gialla – aggiornamento

logo ufficiale

Post di aggiornamento. Ieri, complice anche un allineamento planetario favorevole, ho scritto qualche migliaio di caratteri per il mio racconto pre Survival Blog.

Ho provato una forma particolare di narrazione, un esperimento di stile. Ci sono due possibilità, o viene un bel lavoro oppure una puttanata. Ma come dice il proverbio, chi non risica non rosica e quale occasione migliore di questa per esplorare nuove strade.

Speriamo che la pausa natalizia dagli impegni lavorativi (leggasi pallone) mi consenta di finire prima dell’ anno questo progetto, anche molto altro bolle in pentola.

 

 

What if di Gianluca Santini – Recensione

Inauguro ufficialmente il blog con la recensione dell’ ultimo (in ordine di tempo) e-book ispirato dal/al Survival Blog. Per chi non conoscesse gli antefatti consiglio una rapida ricerca su google per farsi un idea.

Qui parliamo dell’ esperienza dell’ Alter-ego di Gianluca Santini nella terra di Sardegna, esperienza che ha già avuto una sua descrizione nell’ e-book di Gianluca “Sardegna Gialla” che potete scaricare allo stesso link, copertina a cura dell’ ottimo Luca Morandi.

Però questa volta il punto di vista è ribaltato (non vado avanti per non spoilerare troppo) e ci restituisce una visione interessante del mondo post pandemico.

Non mancano gli aspetti romantici e intimistici che, anche se stridono un po’ con la durezza dell’ Apocalisse Gialla, risultano centrati e gradevoli.

Lo stile particolare può, all’ inizio, trarre in inganno ma se rapportato al plot generale è azzeccato.

La lettura è veloce e piacevole, potete scaricarlo nei fari formati gratuitamente qui:

What if di Gianluca Santini

La copertina di Luca Morandi