Spiedini di pollo piccanti

Oggi prepariamo degli spiedini di pollo piccanti con lo zenzero.

Tagliamo il pollo a pezzetti e mettiamolo in una terrina, peliamo lo zenzero e grattugiamolo in un piattino.

Prendiamo la polpa rimasta e spremiamola tra le dita versando il succo sul pollo. Saliamo e pepiamo, qualche rametto di rosmarino mescolando bene;
Mettiamo in frigo per 30 minuti coperto con la pellicola a marinare.

Peliamo le carote tagliandole a rondelle spesse, in una padella scaldiamo l’ olio per rosolare le carote, sfumando con il brodo se necessario; lasciamole piuttosto croccanti.
Prepariamo gli spiedini di pollo lasciando inserite piccole foglioline di rosmarino. Grigliamo sulla piasta spuzzando con la marinatura per tenere la carne morbida.

Sardine del Capitano Achab

Oggi siamo tornati in mare aperto e complice l’ estate prepariamo un piatto di pesce azzurro perfetto per l’ estate.
Corriamo senza indugio dal nostro pescivendolo di fiducia a comprare delle belle acciughe o sardine fresche. Se poi ce le pulisce è anche meglio altrimenti tocca a farlo a noi.

Spruzziamo sui pesci un poco di aceto (poco) ed iniziamo ad infilzarle come fossimo balenieri con degli spiedini di legno, spiedini che avremo in precedenza bagnato onde evitare che si incendino durante la cottura.
Preparati gli spiedi, passateli rapidamente nel pangrattato a cui avrete aggiunto del peperoncino macinato a seconda di quanto mangiate piccante.

Appoggiateli in un tegame, anche di quelli usa e getta in stagnola, con un filo d’ olio e fateli passare in forno con grill  per qualche minuto. Servite ben calde, da mangiare direttamente con il bastoncino come aperitivo, a chi piace può aggiungere uno spuzzo di limone.

Se invece le volete servire come secondo piatto dovete farne una quantità maggiore e servirle su di un letto di cipolla rossa di tropea in agrodolce da preparare così:
In una larga padella versare un filo di olio, aggiungere le cipolle tagliate a fettine, salare e cuocere a fiamma vivace per pochissimi minuti, è necessario che restino lievemente croccanti, non devono stufare, versare lo zucchero e sfumare con l’aceto, quando è totalmente evaporato sono pronte. La dose di zucchero varia a seconda della cipolla, quindi occorre regolarsi a piacere.

Ovviamente accompagnate con prosecco di Valdobbiandene freddo.

Se avete una cosa come questa potete dosare correttamente l’ aceto: