SPAGHETTI ALLE VONGOLE DI GEMMA

Buongiorno golosastri!
Quando questo articolo sarà on line, io starò già godendo del mio mare, così ho pensato di condividere con voi il mio pasto da spiaggia.
(n.d.r. non venite a fare i PdF che questa ricetta l’ho già messa sul blog, perchè questa è un altra cosa!)

Foto Gemma ©

Foto Gemma ©

SPAGHETTI ALLE VONGOLE DI GEMMA

Certo, mangiarli sulla veranda con sotto scogli e mare è la sintesi della beatitudine, ma anche sul terrazzo di casa sono buonissimi, si preparano il 13 minuti e il pranzo è risolto!

INGREDIENTI PER 3 PERSONE AFFAMATE:

– 500 gr di spaghetti
– 500 gr di vongole veraci
– 200 gr di pomodorini ciliegino
prezzemolo, peperoncino, olio.

Mentre mettiamo a bollire l’acqua per gli spaghetti, in un largo saltapasta disponiamo le vongole, precedentemente lavate e spazzolate una per una (lo so sono esagerata, ma meglio essere prudenti).
Copriamo con un coperchio la pentola e mettiamola su un fuoco alla massima potenza.

 

10361462_746982478691481_5900833268081359307_n

Foto Gemma ©

Quando le vongole iniziano ad aprirsi aggiungiamo:
pomodorini tagliati a metà, prezzemolo, poco peperoncino, olio e riduciamo il calore a metà.
Il tempo che cuoce la pasta e il sugo è pronto! Scoliamo lo spago al dente, mantechiamolo pochi secondi nel condimento e serviamo subito caldo caldo.
Buon appetito e buon mare!
Gemma.

Pasta alla Norma di Gemma

Adorate le melanzane?Volete un primo saporito e genuino?
Volete spendere poco e fare un’ottima figura?
E soprattutto, volete sbrigarvi in mezz’ora?
Se la risposta è SI, oggi mangerete Pasta alla Norma di Gemma.
Si, di Gemma, perchè manca l’aglio (e sapete il motivo ) non friggo le melanzane una ad una come da ricetta classica, insomma è la mia rivisitazione ridotta al minimo come tempo e sistemata con i profumi che amo.
Volo perchè sto partendo per prendere un po’ di sole al mare, ah, quasi quasi me la porto in spiaggia, è un’idea!

Foto Gemma ©

Foto Gemma ©

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

– 400 gr di spaghetti

per il sugo

-1 barattolo di pomodorini di collina

– olio
– basilico
– origano
– sale
per guarnire:
– 1 melanzana grande
– 200 gr di ricotta salata grattugiata grossolanamente
– pepe nero
Prepariamo il sugo mettendo a scaldare l’olio con basilico e origano, versiamo il barattolo di pomodorini ,saliamo e facciamo cuocere per 20 minuti a fuoco vivace. Quando è pronto aggiungiamo altro basilico e origano (deve risultare profumatissimo). Nel frattempo friggiamo la melanzana, tagliata a tocchetti e non sbucciata, in olio ben caldo fino a farla ben dorare. Cuociamo la pasta al dente e condiamola con tutto il sugo. Impiattiamo mettendo su ogni piatto di spaghetti abbondante melanzana, tanta ricotta salata e profumiamo con molto pepe. Buon appetito e buona domenica! Vado in spiaggia! Gemma.

2

Foto Gemma ©

Chitarra asparagi, piselli e pancetta

” Facciamo un bel piatto di pasta?” Questa è la domanda che mio figlio mi fa quando frequenta la mia cucina. Ottimo cuoco, autodidatta per questioni di sopravvivenza all’Università.
Oggi cuciniamo insieme e vi prepariamo una pasta fresca all’uovo, sapori decisi e profumi dell’orto.
Useremo asparagi selvatici e piselli, che in questo periodo troviamo ancora in abbondanza e a buon mercato, abbinandoli ad una Chitarra abruzzese arricchita con pancetta tostata e pecorino di Urbino.

Foto Gemma ©

Foto Gemma ©

CHITARRA ALL’UOVO CON ASPARAGI E PISELLI, PANCETTA TOSTATA E CACIOTTA D’URBINO.
INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
-500 gr di Chitarra all’uovo fresca(io compro quella abruzzese, molto delicata e leggera)
-300 gr di piselli freschi sbollentati
-un mazzetto di asparagi selvatici (almeno 200 gr tra punte e parte morbida)
-300 gr di pancetta tesa affumicata
-200 gr di “Casciotta d’Urbino( o un pecorino dolce)
-olio, sale, pepe q.b.

22

Foto Gemma ©

In una larga padella saltiamo piselli e asparagi per una decina di minuti, saliamo e pepiamo e mettiamo da parte al caldo.
Mentre mettiamo su l’acqua per la pasta, in un padellino tostiamo la pancetta tagliata a listarelle, senza alcun condimento, fino a renderla croccante e asciutta.
Buttiamo la pasta e cuociamola per un minuto, saltiamola velocemente nella padella delle verdure per amalgamare e insaporire il tutto.
Impiattiamo la pasta con sopra ogni piatto la pancetta tostata e larghe scaglie di formaggio.
Buon appetito e Buona Domenica.
Gemma

Spaghetti aglio, olio e peperoncino…tiè!

Oggi andiamo sul classico, spaghetti aglio olio e peperoncino. Sento già gli echi lontani “..che palle, chissà che ci vuole, ecc”….ingrati. Prima leggete sino alla fine poi mandatemi a quel paese.

Lo spaghetto aglio , olio e peperoncino è un classico da ultimo minuto. Da disperazione davanti al frigo e stomaco vuoto durante la notte, cerchiamo di rivisitarlo e dargli una certa parvenza di piatto nobile.

Mentre si scalda l’ acqua per gli spaghetti iniziamo a prendere la padella nella quale mettiamo una dose di olio, accendiamo il fuoco basso e mettiamo due spicchi d’ aglio. Se siete di quelli a cui l’ aglio ritorna per giorni dagli inferi digestivi fate una sforzo e comprate una resta di aglio di Vessalico, vedrete che il problema sarà risolto. Mentre l’ olio sfrigola aggiungete i peperoncini a seconda del vostro grado di resistenza al piccante. Nel frattempo gli spaghetti dovrebbero essere arrivati al giusto grado di cottura.

Adesso nella parte di assemblaggio viene la parte interessante, per mantenere il giusto grado di assorbimento da parte dello spaghetto (notoriamente liscio ed infido) spolverate il tutto con una buona dose di pan grattato in modo da attaccare bene il condimento alla pasta. Passate in padella e aggiungete un filo d’ olio a crudo, servite fumante o mangiate direttamente nella padella di fronte al televisore.

Se volete conservare il gusto del peperoncino senza infocarvi la gola aggiungete qualche pinolo tritato.
Ovviamente accompagnate il tutto con birra ghiacciata bevuta rigorosamente a canna!

Carbonara di pesce

Questa domenica proponiamo una ricetta sfiziosa per venire incontro a tutti.

La tipica spaghettata alla “carbonara” con il pesce al posto del classico guanciale.

Mettete in padella la cipolla tritata con filo d’ olio (se siete delicati usate lo scalogno), imbiondite e sfumate con un poco di vino bianco, appena è pronta aggiungete il pesce spada affumicato tagliato a listarelle (lo trovate già affettato nelle buste).

A parte sbattete molto l’uovo, condito con sale e una spolverata di parmigiano, incorporate il contenuto della padella intiepidito e amalgamate il tutto.

Scolate bene la pasta ed aggiungete al condimento di cui sopra, mescolate, aggiungete una spolverata di pepe e a piacere dei commensali formaggio (non tantissimo perchè c’è il pesce).

Se il condimento vi è venuto troppo liquido saltatelo in padella rapidamente così da rapprenderlo un attimo.

Servito ovviamente con un Greco di Tufo freddo.