Primo Piatto per San Valentino

pietra-ollare_tgrill

se avete questa potete cuocere direttamente sul tavolo

Bentrovati, dopo aver preparato il nostro antipasto per la romantica cena del 14 (trovate l’ articolo qui) passiamo ora al primo piatto per San Valentino.
Per rimanere in tema continuiamo preparando dei bocconcini solo saltati con contorno di riso venere (lo stesso che abbiamo usato per l’ antipasto).
Facciamoci tagliare dal pescivendolo del tonno, del salmone e qualche altro pesce in polpa che ha disponibile poi tornati a casa metterlo in ciotolone a macerare per un paio di ore almeno in un intingolo realizzato con limone spremuto, aglio, peperoncino, prezzemolo, sale, pepe, salsa di soya, e gli aromi di nostro gradimento.
Mescolare spesso per permettere una marinatura uniforme e per far insaporire perfettamente il pesce.
Preparate la piastra rovente e fateci passare i dadini di pesce un attimo, passateli poi sul letto di riso che avete preparato, fate una composizione articolata e servite. Se la scottatura la fate davanti al vostro partner e servite direttamente man mano che levate il pesce è ancora meglio, oppure organizzatevi con una pietra ollare da mettere in tavola e cuocete ognuno il vostro pezzo di pesce mentre conversate amabilmente con un buona malvasia frizzante.

Prepararsi a San Valentino

Wok

fondamentale per friggere

Oggi, vediamo di inziare a descrivere come prepararsi a San Valentino con un menù che ci faccia entrare nella giusta atmosfera per la festa degli innamorati.
Iniziamo con un semplice antipasto di pesce o megli di crostacei che, secondo la tradizione popolare, dovrebbero avere effetti afrodisiaci (occhio però a non esagerare con lo champagne).
Prendiamo dei gamberi (anche scongelati con le accortezze che abbiamo più volte ricordato) apriamoli sulla schiena e stacchiamo la testa (che terremo per il sugo), infilziamo la polpa su di uno spiedino in legno precedentemente bagnato con vino bianco e passiamoli rapidamente nella farina.
Scottiamoli nell’ olio bollente tenendoli per lo stecco e appogiamoli su di un letto di riso Basmati che abbiamo precedentemente bollito in acqua insaporita da dado vegetale.
A parte prepariamo un ciotolino con maionese a cui avrete aggiunto alcune gocce di salsa tabasco.
Servite caldi, appena sollevati dall’ olio bollente, quello in eccesso verrà assorbito dal riso.