Boomstick Award – Edizione 2014

Bentrovati al Boom stick Award Edizione 2014, il prestigioso riconoscimento assegnato nella blogsfera italiana grazie alla vulcanica mente di Germano “hell” Greco.

Quest’ anno ho ricevuto nuovamente il riconoscimento per il Blog, la cosa non mi può che fare un immenso piacere perché che il blog è una gratificazione personale (mai guadagnato un cents) e questo mi gonfia l’ ego, anche se non sono certo capace a vendermi, cosa che riesce benissimo a molti colleghi, ringrazio anche la mia Socia che mi aiuta nella gestione del blog. Il premio è metà suo.

Vediamo di ricordare le regole per l’ assegnazione del premio, come dal post originale.

boomstickaward2014Per conferirlo, è assolutamente necessario seguire queste semplici e inviolabili regole:

1 – i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore

2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione

3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto

A cui aggiungo una quarta regola, ché l’anno scorso me le hanno fatte girare:

4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite

E ora veniamo ai vincitori dell’edizione 2014:

Fotocrazia di Michele Smargiassi

  • Perché Michele Smargiassi è una persona di un cultura enorme e non solo fotografica
  • Perché i suoi articoli riescono a fornire spunti di discussione per tantissimi
  • Perché anche se non condivido i suoi gusti mi ha fatto conoscere artisti eccezionali

Katiusha di Ekaterina Buscemi

  • Perché è una delle poche persone a suo agio davanti e dietro la macchina fotografica
  • Perché ha talento e, quando sarà famosa, potrò dire “io l’ avevo detto”
  • Perché, anche se abita nella città più provinciale d’ Italia pensa come se fosse a New York

Nella Mente di Redrum di Gianluca Santini

  • Perché abita nell’ unico posto posto che scambierei con casa mia, la Sardegna
  • Perché gira per i monti e si diverte (io di solito lo faccio per lavoro e mi incazzo)
  • Perché, abbiamo scritto insieme Leopardi alternativo

Cose Morte di Massimo Mazzoni

  • Perché si fida dei miei editing
  • Perché i suoi personaggi di fantascienza sono quasi credibili
  • Perché free Massimo (questa la capiranno in pochi)

Il Giorno degli Zombi di Lucia Patrizi 

  • Perché scrive delle recensioni che sono molto meglio dei film
  • Perché per lavoro è costretta guardare delle cose rivoltanti ma tiene duro
  • Perché sfida il traffico della Capitale con sole due ruote

BookAndNegative di Germano “Hell” Greco

  • Perché pubblica quando vuole e se fotte del SEO
  • Perché mette le mie foto nella home page e apprezza il mio stile
  • Perché le sue recensioni mi evitano di guardare delle boiate in tv

Strategie Evolutive di Davide Mana

  • Perché se fosse vissuto nei secoli scorsi lo avrebbero chiamato “uomo enciclopedico”
  • Perché può permettersi di scrivere in inglese per fare dispetto agli gnè gnè nostrani
  • Perché riesce a sopravvivere nell’ Astigianistan nonostante l’ ostilità dei locali.

Ora, fatti i complimenti ai vincitori,  che figureranno nella Hall of Fame, è bene ricordare due cose:

costoro possono a loro volta assegnare il premio ad altri 7 blogger, ma non arrogarsi la paternità del banner e del premio, quella è di Hell, quindi DOVETE  citarlo nell’articolo.

L’assegnazione del premio deve rispettare le 4 semplici regole sopra esposte.  Qualora una di esse venga disattesa, il Boomstick Award sarà annullato d’ufficio, su questo blog, e in sostituzione, verrà assegnato il:bitchplease2014