La nave dei folli – recensione

La nave dei folli La Nave dei Folli  scaricabile gratis qui 
Sinossi (da lulu.com)
Prima di scomparire nel nulla insieme alla sua troupe, Martina ha fatto in tempo a inviare alcune inquietanti foto al fidanzato, Enrico, regista e proprietario di una piccola casa cinematografica. Quali misteriose forze si nascondono sui monti Calvana, nel cuore della Toscana? Qual è il segreto di Monteflauto, il paese fantasma che confina con una valle che sembra non appartenere al nostro mondo? Toccherà a Enrico scoprire le risposte. “La nave dei folli” è il seguito del racconto gratuito “Il treno di Moebius”(http://www.lulu.com/product/ebook/il-treno-di-moebius/18402374).
Commento
A dispetto del titolo , che avrà la sua spiegazione nel testo, siamo tornati nel ridente paesino di Monteflauto. Immerso nell’ Appenino tosco-romagnolo(?),  praticamente dietro l’ angolo ma ricco di misteri. Dopo il (troppo) breve racconto il treno di Moebius” Girola riprende la storia dove l’ aveva lasciata e sfruttando le pagine a disposizione ci conduce in una discesa agli inferi.
Mostri, mondi paralleli e inseder joker ci accompagnano in gorgo di paura e suspence sino alle ultime battute del racconto lasciando comunque  aperta una breccia per il seguito.
Le pagine ci riportano alle suggestioni del mondi fantastici e infernali di H.Bosh, scanditi da un ritmo incalzante ed ansiogeno quanta basta per un racconto di questo genere.
Forse, qualche riga in più per la caratterizzazione dei personaggi, avrebbe consentito al lettore una maggiore immedesimazione negli stessi e una conseguente empatia con gli stessi, ma è una questione di gusti personali.
Scaricatelo gratis ma ricordatevi di donare un euro allo scrittore per dimostrare l’apprezzamento nei confronti del suo lavoro.