Taglio americano fotografia

Oggi riprendiamo un argomento già trattato, ovvero  il taglio americano fotografia detto anche Piano Americano.

La genesi di questo tipo di fotografia è già stata spiegata abbondantemente in questo articolo , ma oggi ne parliamo per quanto è stato rilanciato dagli stylist, ovvero da quei loschi figuri che decidono il look di chi si deve vestire e il taglio delle fotografie dei giornali di moda e dei cataloghi.

Quindi riesumiamo questo tipo di inquadratura e cerchiamo di sfruttarla al meglio anche quando non dobbiamo inquadrare rozzi pistoleri nel Messico del 1800.

Ottiche maggiormente indicate sono il classico 85mm su FF o 50 mm su DX, quando avrete preso confidenza potete esagerarte utilizzando il 35mm su FF per meglio ambientare il ritratto oppure un tele per avere uno sfocato migliore sullo sfondo

DSC_2104bn_modificato-1

piano Americano

 

Se volete sapere qualcosa di più sulle inquadrature e sulla fotografia sportiva potete leggere questo:

 

Inquadrature – Campo Lungo

Questa volta, dopo aver parlato di Piano Americano (PA), Primo Piano (PP) e Figura Intera (FI) ci spiangiamo ancora più in là sino ad affrontare il cosiddetto[highlight1] Campo Lungo (CL)[/highlight1].

La definizione di Campo Lungo è mutuata dalla cinematografia e costituisce per la fotografia di ritratto l’ inquadratura più allargata, utile in quello che si chiama il [highlight1]Ritratto Ambientato[/highlight1], ovvero quella foto nella quale il soggetto viene inserito nell’ ambiente circostante che costituisce parte integrante dell’ immagine.

 Questi sono i classici ritratti da reportage scattati con il 35 mm in modo da dare un idea dell’ ambiente in cui interagisce il soggetto che si vuole ritrarre, un taglio che ha i suoi massimi esperti in fotografi come Salgado, Marcarini.
Qui un esempio in versione più glamour:

campo-lungo

campo lungo