Barbecue

Visto che la stagione bella è con noi parliamo di [highlight1]barbecue[/highlight1]. Il barbecue o cottura alla griglia è un modo generico di chiamare tutti quei sistemi di cottura che non siano nei fornelli di casa.
In un vecchio articolo ho messo qualche rudimento della cottura in esterni, una spiegazione semplificata per chi si apprestava ad organizzare la grigliate di primavera. Oggi vediamo di esplorare qualche ricetta da fare velocemente all’ esterno.
Se volete diventare dei veri griller fatevi un giro sul questo sito,  dove si parla di grigliatura in tutte le sue sfaccettature, di consigli di base alle pratiche più esoteriche per i cultori di questo tipo di cucina.
Quindi prendiamo delle acciughe fresche, laviamole, evisceriamole e apriamole per renderle piatte. Dopo averle fatte asciugare per bene disponiamole sulla griglia ben calda in modo che si formino le caratteristiche striature.
Deporle ancora calde su di un letto di insalatina riccia e condire conuna salsina di olio, aglio, limone sale e pepe, salsa di soia bene amalgamata.

Potete iniziare da questo, uno dei migliori a detta degli esperti

Marinatura per cottura sulla griglia – spiegazione

Buongiorno a tutti, ci eravamo lasciati domenica scorsa con la griglia fumante per la cottura lasciano aperto il discorso sulla marinatura. Vediamo di scendere quindi nei dettagli.

carne marinata 2Nella cottura alla griglia, ma non solo, la marinatura è una questione certamente non obbligatoria ma sicuramente di grandissimo effetto per tantissimi motivi.
L’ importante è stabilire il “come” preparare una marinatura piuttosto che “cosa” mettere in una marinatura, quando si hanno chiare le basi si possono creare tantissime aromatizzazioni diverse.
Perchè la marinatura?

Continue reading

Cottura sulla griglia – spiegazione

Ok, non ci facciamo fuorviare dal titolo. Però oggi, visto l’ avvicinarsi della bella stagione, parliamo di cottura sulla griglia. Pesce, molluschi, crostacei e verdure così non contentiamo nessuno.

In primo luogo sfatiamo il concetto che per cuocere sulla griglia si debba avere del terreno, un giardino o un luogo apposito. I nuovi barbecue consentono di preparare anche su di un piccolo balcone una sana grigliata in tutta sicurezza. Continue reading

Dentice grigliato

Siamo ancora sotto l’ influsso di Lucifero, Minosse e compagnia bella, quindi prepariamo il barbecue e andiamo in giardino per una bella grigliata di pesce.

Sventrate i pesci e puliteli dalle interiora, lavateli e lasciateli scolare. In un tegame con due bicchieri d’acqua fate sciogliere sul fuoco una grossa manciata di sale; fate raffreddare l’acqua e aggiungete due spicchi d’aglio schiacciati, un cucchiaio di aceto e due di succo di limone. Immergete in questo liquido i dentici  (o altro pesce adatto per arrosto) e lasciateli marinare per un’ora circa, quindi deponeteli su una graticola e cuoceteli a fuoco lento spennellandoli con l’acqua della marinata durante tutto il tempo di cottura e girandoli di tanto in tanto. Spellate quindi i pesci e serviteli in un piatto di portata conditi con un filo d’olio d’oliva.

Stappiamo il vermentino di gallura che avevamo in frigo e beviamo.

Se non avete la possibilità del giardino potete mettere questo sul terrazzo:

Cefalopodi ustionati (Calamari alla piastra)

Oggi la ricetta domenicale è leggera, estiva e profuma di mare.
Recatevi quindi senza indugio dal vostro pesciaio di fiducia e acquistate dei simpatici cefalopodi (non ditegli così altrimenti rischiate che vi tiri dietro un blocco di ghiaccio acuminato) ovvero dei calamari.

Puliteli eliminando gli occhi, la vescichetta dell’inchiostro e l’osso dei calamari e anche il deposito giallastro che si trova sotto la testa, tagliateli quindi in fettine quadrate.
A parte sbattete dell’olio e del succo di limone, sale e pepe, con la salsina ungete i calamari. Scaldate la pietra ollare o la padella in ghisa (se aveste della brace sarebbe anche meglio) e quando è rovente disponete le fettine ben marinate.
Mentre rosolano bagnate con un la salsina di cui sopra allungata con un poco di vino bianco.   Quando i bordi saranno rosolati sono pronti. Servite caldissimi su di un letto di insalatina fresca con un filo d’olio a crudo,  aglio e prezzemolo.