Saal Digital – servizio di stampa

Oggi parliamo di una bella esperienza avuta con Saal Digital – servizio di stampa. Nel panorama dei servizi di stampa on-line i competitor sono molti e per essere certi di affidare le nostre immagini a dei professionisti la cosa migliore è provare di persona.

Per testare il servizi di Saal Digital ho scelto una mia immagine utilizzata per la copertina di un e-book di Alessandro Girola, (la data di lancio dell’ ebook è prevista per fine mese e quindi quello che vedete è una gustosa anteprima) per autore con cui collaboro per la realizzazione di diversi suoi progetti editoriali ma, bando alle ciance e vediamo come funziona questo service.

Recensione

Interfaccia con il sito

Veloce anche la necessità di scaricare il software dedicato, con pochi clic si sceglie formato e accessori, e si carica il files arrivando al check-out.

a1

come si presentava il pacco

Tempi di consegna

Direi ottimi, ho inviato il files il 3 di marzo, il 4 ho ricevuto la fattura e la mail di conferma che l’ ordine era pronto e l’ 8 il corriere mi ha consegnato il pacco. Tenete conto che il 5 e 6 erano sabato e domenica.

Imballaggio

Il pacchetto in cartone è arrivato perfetto. Nessun segno di urto a2anche se immagino che non sia stato trattato con delicatezza dai vari vettori. La chiusura è molto robusta ed ho dovuto utilizzare un cutter per aprirla.
All’ interno era presente un successivo imballaggio con pellicola trasparente, cartone di irrigidimento e ulteriore pellicola sulla lastra di metacrilato.
ed un ulteriore copia della fattura già inoltrata via mail al momento della conferma d’ ordine.

a7

il retro

Supporto

Il supporto della lastra è in alluminio spazzolato che consente di mantenerlo distaccato dal muro, fissato in maniera precisa e solida.

Immagine

Veniamo alla cosa principale, ovvero la stampa.
Ho scelto di provare il supporto trasparente per avere una sensazione di profondità per questa immagine che ha dei toni piuttosto “morbidi”. La stampa è precisa sin sui bordi, con le sfumature riportate in maniera fedele anche senza la consegna del profilo ICC (opzione possibile).
Il confronto con le tonalità del monitor (LaCie324 tarato con Spider Pro3) sono ottime.Il dettaglio, anche se le dimensioni scelte non erano enormi (15 x 24 cm personalizzabili) è ben definito così come i passaggi tonali.

a4

il prodotto finito saal digital

a5

il prodotto finito saal digital

Considerazioni finali

Il giudizio finale sul servizio è altamente positivo e mi permetto di consigliarlo a tutti coloro che voglio dar vita alle proprie immagini. Un immagine stampata ha impatto che nessun monitor, per quanto sofisticato, potrà mai dare.
Il vedere il proprio lavoro appeso il muro gratifica di tutti gli sforzi fatti per ottenere lo scatto.

Cosa leggere in spiaggia

caldo[1]Post dal tenore decisamente estivo oggi.

Visto che sicuramente avete un lettore di e-book, e che quindi potete portarvi in spiaggia tutti i libri che volete senza sovraccaricare il bagaglio vi consiglio qualche titolo. Potete comprarlo in clic direttamente da qui.

Se vi piace l’ horror e gli zombi non potete perdervi la Saga di Alessandro Girola ambientata nella nostra Italia, 1,99 € per una storia di vero terrore

Volete raggiungere il vostro equilibrio interiore? Date un occhiata a questo agile volumetto, in termini semplici viene spiegata la teoria dei Chakra e come procedere con la sintonia tra le energie del vostro corpo mediante semplici esercizi di yoga.

Se invece siete degli sportivi o vi piace lo sport perchè non seguire qualche consiglio per fotografarlo al meglio ? Al prezzo di un caffè leggetevi questo compendio di consigli utili

La nave dei folli – recensione

La nave dei folli La Nave dei Folli  scaricabile gratis qui 
Sinossi (da lulu.com)
Prima di scomparire nel nulla insieme alla sua troupe, Martina ha fatto in tempo a inviare alcune inquietanti foto al fidanzato, Enrico, regista e proprietario di una piccola casa cinematografica. Quali misteriose forze si nascondono sui monti Calvana, nel cuore della Toscana? Qual è il segreto di Monteflauto, il paese fantasma che confina con una valle che sembra non appartenere al nostro mondo? Toccherà a Enrico scoprire le risposte. “La nave dei folli” è il seguito del racconto gratuito “Il treno di Moebius”(http://www.lulu.com/product/ebook/il-treno-di-moebius/18402374).
Commento
A dispetto del titolo , che avrà la sua spiegazione nel testo, siamo tornati nel ridente paesino di Monteflauto. Immerso nell’ Appenino tosco-romagnolo(?),  praticamente dietro l’ angolo ma ricco di misteri. Dopo il (troppo) breve racconto il treno di Moebius” Girola riprende la storia dove l’ aveva lasciata e sfruttando le pagine a disposizione ci conduce in una discesa agli inferi.
Mostri, mondi paralleli e inseder joker ci accompagnano in gorgo di paura e suspence sino alle ultime battute del racconto lasciando comunque  aperta una breccia per il seguito.
Le pagine ci riportano alle suggestioni del mondi fantastici e infernali di H.Bosh, scanditi da un ritmo incalzante ed ansiogeno quanta basta per un racconto di questo genere.
Forse, qualche riga in più per la caratterizzazione dei personaggi, avrebbe consentito al lettore una maggiore immedesimazione negli stessi e una conseguente empatia con gli stessi, ma è una questione di gusti personali.
Scaricatelo gratis ma ricordatevi di donare un euro allo scrittore per dimostrare l’apprezzamento nei confronti del suo lavoro.