TORTA DI RISO GIALLO

Buongiorno e Buona Domenica oggi vado di corsissima e vi preparo un piatto molto veloce, buono sia caldo che a temperatura ambiente, adatto a pic nic o a cene last minute, un piatto del riciclo, un’idea per pulire il frigo senza sprecare nulla, ovvero:

1

Foto Gemma ©

TORTA DI RISO GIALLO

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

  • 400 grammi di riso parboiled
  • 2 bustine di zafferano
  • 300 gr di piselli surgelati
  • 300 gr di scamorza affumicata
  • 200 gr di speck
  • olio, sale,pepe

Cuociamo i piselli in una padella con olio, sale e pepe e un bicchiere d’acqua, quando l’acqua si sarà asciugata (dopo circa 15 minuti) togliamoli dal fuoco. Nel frattempo bolliamo il riso, a cottura al dente, scoliamolo e condiamolo con i piselli e lo zafferano sciolto in qualche cucchiaio di acqua di cottura del riso.

Prendiamo una teglia in alluminio usa e getta e ungiamola bene con olio. Facciamo un primo strato di riso giallo e piselli, farciamo con fette di scamorza affumicata , tutto lo speck tagliato a striscioline e altre fette di scamorza. Chiudiamo la torta con il secondo strato di riso. Livelliamo bene e inforniamo il tutto a 200° per 20 minuti fino a quando non sarà bello dorato.
Buon appetito!
Gemma

2

Foto Gemma ©

Dietro la maschera di Pietro Ballerini Puviani – Recensione

Seconda recensione di questo autore, qui alla prova con un genere completamente diverso dall’ altro romanzo.

  • Formato: Formato Kindle41gC+ZscBGL._AA258_PIkin4,BottomRight,-40,22_AA280_SH20_OU29_
  • Dimensioni file: 615 KB
  • Lunghezza stampa: 442
  • Editore: Narcissus Self Publishing (29 giugno 2012)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B008G6QG08

 

Sinossi da Amazon.it

Un famoso scrittore di mezza età e un’avvenente stella dello spettacolo. Nell’appassionata relazione tra i due irrompe un pericolosissimo omicida seriale, nella cui mente schizofrenica alberga un’insana passione per la show girl, che non può rassegnarsi a cedere al suo nuovo compagno. Tutto verrà svelato soltanto all’ultima riga dell’ultima pagina.

Commento

Genere completamente diverso dal primo, qui siamo in giallo classico. Scoprire chi è l’ assassino non sarà semplice e alla fine un bel colpo di scena. Confermo anche per questo libro un ottima scrittura e un eccellente revisione e impaginazione, forse eccessive le parti prettamente tecniche in cui si descrivono le regate del protagonista che risultano di difficile comprensione a chi non conosce i termini marinareschi anche se a fine libro c’è un glossario.
Qui la trama è molto meglio articolata rispetto all’ altro libro e molto gradevole, la caratterizzazione del protagonista e il suo disagio interiore è forse eccessiva e qualche volta risulta sopra le righe però non inficia il lavoro nel suo complesso.
Da leggere se piace il giallo classico.