Perchè fotografare?

Dopo aver letto questo articolo sul blog del vulcanico Girola ed aver ricordato che da un altra prospettiva la questione era stata affrontata anche da Benedusi sul suo blog (vedi qui articolo) ho pensato di mettere nel calderone qualche altro spunto di riflessione per l’ annosa questione dei perché.

Come dice Benedusi, con la tecnologia digitale, fare una brutta foto è difficile. Autofocus sempre più perfezionati, sensori ad elevata sensibilità, esposimentri senzienti permettono di portare a casa,praticamente sempre, immagini corrette dal punto di vista tecnico.

Magari saranno carenti nella composizione ma, contrariamente a quando si fotografava con la pellicola, complice anche il display, le foto “vengono” praticamente tutte. Viene quindi a mancare quella parte di tecnica che contraddistingueva i fotoamatori dagli altri utilizzatoei nei tempi passati e che li faceva salire di un gradino rispetto al normale utente della macchina fotografica.

Oggi tutti fotografano tutto e condividono gli scatti in tempo reale, twitter, Fb, G+ (vabbè lasciamo perdere) e le loro app collegate sono sotto gli occhi.

Ma se chiedessimo ad uno di questi “fotografi seriali” perché ha scattato quella foto, quale potrebbe essere la risposta?
Quando osservate le gallerie di Flickr avete mai pensato perché sono state scattate quelle foto ?
Forse è più semplice capire perché vengono pubblicate, ma in quel caso entra in gioco la voglia di mostrarsi, il vantarsi del proprio operato e un poco di autocompiacimento.

Benedusi dice “meglio un miliardo di volte un foto brutta ma che racconti qualcosa piuttosto che una fotografia bella che non racconti nulla.”

Osservazione condivisibile, ma che non mi trova d’ accordo al 100%, io penso che dietro ogni fotografia ci debba essere un perché, non importa quale ma ci deve essere.

Uscire senza una meta, con la macchina fotografica “così magari scatto qualche foto” potrà fare molto artista in cerca di ispirazione, ma io ritengo che la fotografia sia per lo più mestiere e pianificazione, altrimenti si rimane fotocazzoamatori e non ci si evolve.

Voi che ne pensate?