Preparazione per il Wok

WokNell’ articolo in cui si descriveva il Riso alla Cantonese serviva utilizzare il Wok per la cottura e l’ assemblaggio finale della ricetta.
Visto che la cottura con questa pentola è particolare,  vediamo la preparazione per il Wok  prima di utilizzarlo.

Versatile e pratico, il wok è un invenzione dei cinesi, ma è stato rapidamente adottato dai cuochi di tutta l’Asia orientale e sudorientale. Grazie alla sua capacità di scottare i cibi in pochi istanti, è l’utensile perfetto per saltare in padella, e la forma svasata e ampia fornisce molto spazio per cuocere velocemente gli ingredienti in modo uniforme.

L’apparente semplicità della tecnica può trarre in inganno: chiunque abbia provato a usare un wok sa che è facile sbagliarsi. Ma se imparate le principali tecniche di cottura al salto illustrate, il wok diventerà il vostro migliore amico in cucina. Prezioso per i pasti veloci in settimana e per organizzare cene con gli amici senza stressarsi, il wok non serve solo per saltare i cibi. Gli esperti lo usano anche per cuocere al vapore, brasare, friggere e affumicare.

Il vostro wok dovrà essere preparato, o “stagionato”, prima dell’uso (semprechè non ne prendiate una versione antiaderente o con il fondo smaltato) per evitare di attaccare le pietanze e bruciare il cibo.
Appena comprato lavatelo accuratamente con acqua e detersivo per i piatti per eliminare l’eventuale patina residuo di fabbrica per la protezione dalla ruggine.
Asciugatelo perfettamente, poi mettetelo sul fornello a fuoco basso. Sfregatene tutta la superficie con un foglio di carta da cucina intinto in olio vegetale e lasciate scaldare per 10 minuti.
Asciugate l’olio con altra carta da cucina, poi ripetete il processo finché la carta che usate per eliminare l’olio non smetterà di essere annerita. Un wok preparato come si deve vi permetterà di preparare ricette al salto deliziose!

Dopo ogni utilizzazione lavate il wok con acqua, usando una spazzolina di plastica e mai spugnette di metallo per evitare di rigarlo.
Poi dovrete asciugarlo perfettamente per evitare la ruggine e metterlo sul fornello a fuoco basso in modo che tutta l’umidità residua evapori. Un’altra passata veloce con carta da cucina intinta nell’olio vegetale vi permetterà di proteggere ulteriormente il wok dalla ruggine.

Questo potrebbe essere un buon punto di partenza! Nel prossimo articolo vediamo di esplorare i diversi tipi di cottura.