Come si cambia

Nikon

Nostalgia…

Questo post prende spunto da un articolo comparso sul blog di Davide Mana, in quel post si discuteva di come fosse cambiata la figura dello scrittore negli ultimi tempi.
Cercherò di fare un parallelo con il mio mondo, come si cambia nella fotografia
Quando ho iniziato a fotografare la figura del fotografo era essenzialmente quella della persona che schiacciava il bottone in seguito a precise richieste.   Terminato il servizio si portavano i rullini al laboratorio e poi si passava a ritirare i provini. Si sceglieva la foto e alla fine si ritornava al laboratorio per la stampa.
Nel processo intervenivano un sacco di figure professionali e in fin dei conti si lavorava meno, si lavorava meglio e tutti più o meno guadagnavano qualcosa.
Poi il mondo è cambiato
Siamo nell’ era di internet, dei social, degli smartphone e a tutti tocca lavorare di più e guadagnare meno. (fuck globalizzazione!)

Ora il procedimento è più o meno questo:

  • Devi trovarti i clienti
  • Organizzarti lo scatto (trovare location, contattare modelle, truccatrici ecc)
  • Scattare
  • Scaricarti le foto, scegliere quelle buone
  • Procedere al ritocco, preparare per la stampa i files
  • Stamparti i files (magari questo te lo eviti se ti rivolgi ad un lab)
  • Consegnare i lavori
  • Farti pagare
  • Ritorna al punto 1

Ovvero per meno soldi di prima fai molto più lavoro, bello vero?

Rientro dalle ferie, uno sguardo indietro

2008Tempo di rientrare al lavoro per quasi tutti (io non ho ancora fatto le ferie, sigh) e tempo di guardare al periodo appena passato. Questa volta però voglio guardare più indietro, nel sistemare vecchie foto, vecchie si fà per dire perchè sono del 2008, mi sono soffermato ad osservarle e a confrontarle con quelle scattate di recente.

E a guardarle bene sono diverse, diverse nello stile, nei colori, nella realizzazione. Le riconosco come mie, riesco a vederci la mia mano e la mia idea di scatto, però mi rendo conto di quanto io sia cambiato (invecchiato?) nello scattare e del percorso che mi ha portato dove sono ora.
Mi rendo conto che ogni foto scattata mi ha arricchito di qualcosa, mi ha fatto cambiare, mi ha fatto evolvere.
Non capisco se sia un bene o un male ma, a parte l’ evoluzione tecnica delle nuove macchine che ha portato dei miglioramenti indiscutibili dal punto di vista del file, la modifica del modo di intendere la fotografia è un dato di fatto.

Adesso proporrò un esperimento ancora più estremo ed andrò a ripescare le scansioni dei vecchi rullini, chissà cosa verrà fuori…

E le vostre fotografie sono cambiate durante il passare degli anni?