i 5 errori più comuni nei ritratti

Oggi cerchiamo di riassumere i 5 errori più comuni nei ritratti così da avere qualche possibilità in più di portare a casa un buon risultato.

D05

una luce così non è semplice da controllare

UN AMBIENTE OSTILE

Uno degli errori più comuni è quello di concentrarsi sul  volto e non guardare il resto dell’ inquadratura.
Quindi rischiamo di ritrovarci foto con alberi che spuntano dalla testa, pali in posizioni imbarazzanti, eccetera.
Riuscire a far interagire lo sfondo con il soggetto ritratto è una cosa molto complicata e si rientra nel campo del ritratto ambientato, genere fotografico di cui parleremo.

LUCE POCO INDICATA

La luce è la componente della fotografia, ancor prima che il soggetto. Quindi non entusiasmatevi per il soggetto senza pensare alla luce che lo illuminerà.
Se non siamo esperti evitiamo flash, pannelli e luci dirette. Mettiamoci all’ ombra oppure aspettiamo una giornata nuvolosa con una luce diffusa e morbida.
Le cose complicate affrontiamole poco per volta.

FUOCO INCERTO

Altro tipico errore: non avere un punto focale preciso.
Disattivate i mille punti di messa a fuoco della vostra macchina e usatene uno solo.
Mettete a fuoco l’ occhio del soggetto più vicino. Attenzione che se scattiamo con diaframmi molto aperti (f.2.8 o addirittura f.1,4 o f.1,2), utilizzando una focale tra gli 85mm e i 200mm  la profondità di campo si riduce a pochi centimetri e dobbiamo essere davvero attenti.

ANSIA, FRETTA E DISAGIO

70

una luce morbida rende tutto più semplice

Vedersi una macchina fotografica, magari grossa ed ingombrante, a pochi centimetri della faccia non piace a nessuno a meno che non sia un modello/a professionista.
Prima di scattare parliamo, spieghiamo, concordiamo con i nostri soggetti le pose, POI tiriamo fuori la macchina fotografica e scattiamo velocemente.
La foto che volete scattare dovete averla GIA’ visualizzata prima di iniziare a scattare.
Siate sicuri di voi stessi, questo significa che dovete avere la piena padronanza dei mezzi che utilizzate. Se dovete cercare una funzione della macchina fotografica avete già sbagliato.

IDEA

Se non avete un idea non iniziate nemmeno a fotografare. Non si esce a fotografare in cerca di ispirazione sperando di fare una bella foto.
Non esiste la foto che viene bene per caso, ha la stessa probabilità del 6 al super enalotto. Le foto si pianificano prima, si adattano in base a quello che si ha e a quello che si vuole ottenere

E voi che errori commettete ?

Il disagio del fotografo

Mentre la calura e l’ umidità mi fanno pensare di essere alla ricerca del Colonnello Kurtz, parliamo del disagio del fotografo.

Non certo dovuto alle condizioni meteo ma riferito a quella sensazione che si prova mentre si scatta, quali sono le motivazioni più comuni di questo:

  • NON SI SENTE ALL’ ALTEZZA
  • TEME DI FAR PERDERE TEMPO AL SOGGETTO
  • NON HA LE IDEE CHIARE
  • NON HA LE CONOSCENZE TECNICHE NECESSARIE
  • NON CONOSCE ABBASTANZA LA PROPRIA MACCHINA FOTOGRAFICA

Analizziamo i vari punti e cerchiamo una risposta sintetica anche se questi sono argomenti che andrebbero sviscerati per ore singolarmente.

DSC_1634Non si sente all’ altezza

Questo può essere normale nelle persone dotate di un certa umiltà, e certe volte può essere un bene perché mette nella giusta predisposizione per imparare ma non deve MAI trasparire in fase di scatto. Quando si scatta si deve essere sicuri e non mostrare cedimenti anche se internamente tremano le ginocchia.

Teme di far perdere tempo al soggetto

Il soggetto è li per voi. A meno che sia un mega VIP il suo tempo è per voi in quel momento, provate prima cosa dovete fare con qualcuno con cui avete confidenza in modo che i vostri gesti siano quelli necessari e veloce, sarete apprezzati e il soggetto sarà ben disposto nei vostri confronti. In quel momento dovete dirigere tutto voi

Non ha le idee chiare

Qui ritorniamo al punto precedente. Le idee dovete averle PRIMA di iniziare a scattare, quando arrivate a premere il pulsante dovete già sapere che fotografia volete ottenere. Se non avete le idee chiare non scattate, le foto non vengono per caso.

Non ha le conoscenze tecniche necessariecampo-lungo

Fate quello di cui siete capaci. Se non avete mai usato un flash, non usatelo. Usate solo tecniche che padroneggiate bene, non cercate complicati schemi di luce se a malapena avete usato un pannello. Mano a mano che imparate acquisirete competenza e sarete più sicuri.

Non conosce abbastanza la macchina fotografica

Qui non ci sono scusanti, la macchina fotografica dovete conoscerla come le vostre tasche, il manuale imparatelo a memoria e i comandi provateli in tutte le situazioni, anche al buoi. Fotografate il vostro gatto e, sino a che non siete completamente pronti non spingetevi oltre.

Avete altre fobie ?