Chiudere o non chiudere ?

In altri parti della blog sfera, dove ci sono i blogger quelli bravi in questi giorni è ricorrente una domanda:

[content_bar]chiudere o non chiudere (il blog) ?[/content_bar]

Le motivazioni sono diverse, la carenza dei commenti, la scarsa partecipazione dei lettori ai contenuti, l’ attenzione rivolta solo alle polemiche o ai post surreali.
Blogger con molta esperienza indicano questi fattori come tendenze dei frequentatori della rete distratti sempre più dai social dove l’ interazione è diversa e limitata agli scambi di battute senza gli approfondimenti che sono propri dei blog.

L’ analisi dei flussi di traffico vede anche l’ utilizzo del blog, ancorché penalizzato dalle logiche imperscrutabili di gugle, sopratutto indirizzato ad un fattori di ricerca e risoluzione problemi.

Quindi, a distanza di secoli la domanda è sempre la stessa: Che fare?

essere-non-essere

Per adesso sino a che ci saranno argomenti continuerò a scrivere, mi piacerebbe arrivare almeno al traguardo dei tre anni, poi…chi vivrà vedrà.

Prima di chiudere devo anche ringraziare la mia Socia chi mi aiuta in questa avventura e il nuovo acquisto Gemma che ha rivitalizzato la rubrica della ricetta domenicale!

Fotografi e fuochi artificiali

Oggi post estivo dettato dalla calura con un fine polemico.
Siamo in piena estate e in ogni paese impazzano i fuochi artificiali per i vari Santi patroni, anche qui nel mio paesello le tradizioni sono state rispettate e giusto l’ altra sera si è svolto lo spettacolo pirotecnico annuale.

Mentre locali e turisti con il naso all’ insù lanciavano “ohhh” di meraviglia io mi guardavo intorno (tanto i fuochi sono sempre uguali…). Centinaia di persone con le braccia tese verso l’ alto per riprendere i fuochi con tutti i mezzi tecnologici disponibili!
Telefoni, compatte digitali, tablet (ho visto gente riprendere con un iPad…sic!), videocamere, reflex di ogni livello.
Ho visto anche un tizio con D3 e 24/70 fare scatti ai fuochi e poi guardare il risultato sul display.
Ed allora mi sono chiesto: perchè?
Cioè, perchè non godersi lo spettacolo invece di riprendere una sequenza di botti??

Forse durante l’ inverno passano le serate a guardarsi alla televisione i botti? Associano i botti ad una suoneria particolare?
Sorvoliamo sul fatto che io sono legato al passato e quindi per me le foto ai fuochi si fanno con la macchina sul cavalletto, posa B, scatto remoto e quando vedo scattare i flash delle compatte mi vengono le bolle sulle mani ma, non riesco a capire cosa spinga una persona a riempire schede di memorie con tantissime foto eguali, mal riuscite tecnicamente e che nessuno vedrà mai.

E’ probabile che sono io che sono antico