CREMA PASTICCIERA VELOCE DI GEMMA

CREMA PASTICCIERA VELOCE DI GEMMA

E riprendiamoci dopo la pausa estiva per le ferie (poche) e il lavoro esagerato (tanto).
Per ricominciare a frequentarci iniziamo con le dosi per fare la crema pasticciera di Gemma, che essendo mia è veloce che mica si può perdere troppo tempo in cucina con tutte le cose che ci sono da fare!
Facciamo ora la crema che ci servirà nella ricetta della prossima settimana.

3 tuorli
1 limone
mezzo litro di latte
3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di farina

Prendete una pentola e mescolateci dentro i 3 tuorli e i 3 cucchiai di zucchero. Aggiungete i 3 cucchiai di farina insieme a un cucchiaio di buccia di limone grattuggiata. Intanto fate scaldare il latte ma senza farlo bollire, quando sarà sul punto di bollire versatelo a piccole dosi nel composto che avete appena preparato e mescolatelo con una frusta. Quando avete mescolato per bene mettete la pentola sul fuoco e continuate a mescolare. Mi raccomando usate un cucchiaio di legno e lasciate che la crema si addensi gradatamente fino a portarla a bollore. A questo punto fatela cuocere per 5 minuti così perde il sapore della farina.
Dopo i 5 minuti la togliete dal fuoco e la fate raffreddare. Ah, se mentre si fredda ogni tanto la rimescolare eviterete che si formi una pellicola sulla superficie.
E la crema veloce alla Gemma è pronta.

To be continued…

Buona domenica da Gemma

ingredienti

Ciambella alla Panna

Oggi, per la ricetta di Pasqua lascio la cucina ad una cuoca provetta. Gemma ci delizia con la sua Ciambella alla Panna, quindi bando alle ciancie e lasciamo i fornelli a chi se ne capisce.

1422600_707878169268579_3006696168246915454_n

Foto Gemma ©

Un po’ di dolcezza per il picnic di Pasquetta.
CIAMBELLA ALLA PANNA
Facile dire ciambella, metti tutto nel robottino e ci pensa lui, e invece no, oggi si lavora! Dai non prendetela cosi’, bisogna solo fare un paio di passaggi in più, niente di che. Mentre lavate i piatti della cena(si io li lavo a mano, più rinnovo cucine e più dimentico di mettere la lavastoviglie), poggiate il robot sul lavello e fondete il burro e montate la panna. Ah!!! Devo darvi gli ingredienti e le dosi! Avete ragione, in genere non si inizia una ricetta così, sono una pessima casalinga disperata(part-time), ma questa e’ la mia prima prova e con molta presunzione sono certa che mi perdonerete subito dopo aver divorato questa delizia.

 

 

GLI INGREDIENTI DELLA MIA CIAMBELLA ALLA PANNA

  • 4 uova
  • 220 gr di zucchero
  • 220 gr di farina
  • 50 ml di latte
  • 50 gr di burro fuso
  • 100 gr di panna montata
  • 30 ml di rum
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • la scorza grattugiata di un limone(parte gialla) (facoltativo: cacao amaro in polvere 40 gr, se volete una ciambella bigusto )
10173730_707878459268550_4095936862457185359_n

il Ciambellone Finito – Foto Gemma©

Iniziamo a pasticciare! Frulliamo le uova con lo zucchero per qualche minuto, aggiungiamo il latte e la farina e frulliamo ancora, poi il burro fuso(lasciato intiepidire mentre stavamo lavando i piatti) e continuando a frullare aggiungiamo rum e la deliziosa panna precedentemente montata(ricordatevi di montarla freddissima, se no sarà fatica sprecata).Infine aggiungiamo il lievito e e la buccia del limone grattugiato e frulliamo tutto ancora per qualche secondo alla massima potenza. Versiamo l’impasto in una forma a ciambella di 24 cm, imburrata e infarinata.(per farlo variegato versiamo prima la parte chiara per 2/3 e aggiungiamo il cacao al restante 1/3 e farlo scendere in modo ordinato nel centro in modo che il bianco racchiuda a guscio il nero) Cuociamo in forno caldo a 180° per 35/40 minuti. Facciamo raffreddare e per chi desidera abbondante zucchero a velo. Come avete visto è facilissima e mentre frullate potete prendere un caffè o fare due chiacchiere al telefono o qualsiasi cosa, non necessita di farine e lieviti passati al setaccio o dosi precise al grammo. E’ la mia ciambella deliziosa e approssimata.
BUON APPETITO !

P.s. Seguite anche Gemma su Istagram, oltre che cucinare bene fotografa anche bene

Dolce di Natale

Dite che ho sbagliato e che il calendario dice che per il dolce di Natale è ancora presto? Vabbè mettiamoci il cuore in pace ed proviamo a gustarci questo dolce che verrà bene anche passato il Natale quando avanzerà del pandoro o lo troveremo in confezione 3×2.

RED2517Iniziamo quindi con il procurarci un buon pandoro, se lo trovate fresco di pasticceria sarebbe ottimo, ma può anche andare bene quello di fabbricazione industriale di una marca seria.
Il primo passaggio sarà quello di tagliarlo a fette orizzontali, usate un buon coltello seghettato altrimenti rischiate di fare una strage di briciole.
Ottenuti i diversi dischi di pandoro, ricomponi  il dolce  inframmezzando  le fette con crema pasticcera ricordati di  sfasare gli strati in  modo da ottenere una composizione “spigolosa”. A parte, montate della panna con zucchero a velo aggiungendo alla fine una spolverata di cacao e, usatela a fiocchetti sulle “punte” del dolce.
Per fare la cosa più goduriosa scaldate il dolce in forno qualche minuto e poi aggiungete la panna fredda poco prima di servire in tavola. 

questo è il coltello che vi serve

Mela Grattugiata

Non storcete il naso dopo aver letto il titolo,la mela grattugiata non è solo un cibo per bambini e persone malate. Con qualche accortezza può essere un interessante dessert per tutti.

melaIniziamo quindi a prendere una mela a pasta farinosa, non particolarmente acidula direi una Golden.  Sbucciamola e iniziamo a grattarla, per questa operazione potete utilizzare l’ apposito attrezzo, una mandolina per le verdure o una Microplane (che non dovrebbe mancare nella vostra cucina).
Terminata l’ operazione spruzzate qualche goccina di limone per evitare che si annerisca rapidamente e dividete in piccoli mucchietti delle dimensioni di una tazzina da caffè.

Spolverizzate con zucchero a velo e cannella e servite con un biscottino ed avrete un dessert simpatico e veloce oppure un modo per far mangiare le mele ai bimbi.

Questa vi serve per grattugiare le mele:

Il tiramisù classico, o quasi

Oggi si parla di Tiramisù, dolce classico anche se poi ognuno ha la sua versione tramandata da generazioni e quindi questa è solo una delle n..varianti della cosa.

 

 

 

 

iniziamo con il recuperare:

  • 4 uova
  • 70 g acqua
  • 200 g zucchero di canna
  • 500 g mascarpone
  • savoiardi
  • cacao in polvere
  • caffè o liquore al caffe

mettiamo 70 ml di acqua con 200 gr di zucchero di canna sul fuoco e portiamo a 121°. Munitevi di termometro perché è fondamentale che la temperatura sia precisa.
Mettiamo metà sciroppo a filo mentre montiamo a neve ferma 4 albumi e poi mettiamoli da parte, se possedete un impastatrice o un robot farete sicuramente prima.
Nel frattempo il rimanente sciroppo lo abbiamo rimesso sul fuoco e riportato a 121°.
Aggiungiamolo sempre a filo a 4 tuorli e montiamo fino a quando raggiungeranno la temperatura ambiente. Aggiungiamo 500 gr di mascarpone ai tuorli (se avete l’ impastatrice usatela)
Nel frattempo bagnate i savoiardi nel caffè o nel liquore al caffè o in un mix dei due e iniziate a porzionarli come preferite. Se preparate già monoporzioni eviterete il problema del taglio successivo.
Alternate biscotti e composto e completate spolverizzando con il cacao in polvere.

Mela caramellata

Sollecitato dall’ amico Ferruccio il post di oggi ha come base la frutta.
Visto l’ autunno alle porte cerchiamo della frutta di stagione, sono contrario a spendere 80 €/kg per mangiare le ciliegie a Natale.
Quindi andiamo a prenderci una bella mela. Quale mela? Direi una a polpa pastosa, sul dolciastro come la Golden Delicius o la Pink Lady, scarterei le Fuji e le renette. Comunque è questione di gusti personali.
Sbucciamo quindi la mela, togliamo il torsolo e tagliamola a cubetti di circa 2cm di lato. Mettiamole in una teglia bassa in modo che formi uno strato singolo di cubetti di mela.
Prendete un mezzo bicchiere d’ acqua (abbastanza indicativo come quantità) e sciogliamoci dentro due cucchiai di zucchero di canna e uno di zucchero bianco. Versiamo il composto sulla teglia sino a bagnare il tutto. Se volete essere trasgressivi aggiungete una spruzzata di brandy.
Infornate il tutto a 200° per circa 20, controllate a vista quando il liquido si sarà asciugato, estraete e spolverizzate con cannella.
Se volete essere più zozzi potete mettere qualche fiocchetto di panna montata.
Accompagnate con un moscato fresco.
Se ne dovete sbucciare tante potete comprare questo: