I soliti pagliacci

La pagina di Facebook

La pagina di Facebook

Che la Rete fosse una prateria dove scorrazzano i peggiori figuri era ormai noto, però ogni tanto riesco sempre a sorprendermi.
Antefatto
Scorrendo la time line di Facebook vengo colpito da una fotografia a corredo di un post che riconosco al volo, lo stile è quello inconfondibile di Eolo Perfido . Controllo meglio, è una campagna contro la violenza sulle donne, però del suo nome non c’è traccia.
Per sicurezza salvo la videata e contatto Eolo, ovviamente lui non ne sapeva nulla e la foto è stata usata a sua insaputa.
Lascio quindi un commento sulla pagina FB in questione, dove preciso che la foto è stata usata senza autorizzazione dell’ autore (ne era già presente uno che affermava lo stesso concetto), oggi passo per controllare e sorpresa…i commenti sono stati cancellati.

Non mi aspettavo che si scusassero ma che almeno avessero il buon gusto di cancellare il post.
Parlando con l’ autore ho scoperto che l’ immagine è divenuta, volente o nolente, l’ immagine per ogni campagna relativa alla violenza sulle donne, il tutto ovviamente senza citare/ringraziare o, bestemmia, pagare l’ autore.

Forse lo sfogo non servirà a nulla ma non avrei potuto far finta di nulla.

I commenti li lascio a voi anche se io una mia opinione l’ avrei…

Era ora!

Questo articolo prende spunto da una notizia di cronaca, e precisamente questa .

Regalare le vostre fotografie a quest' uomo?

Regalare le vostre fotografie a quest’ uomo?

Sulla discussione relativa allo strano concetto di “cessione dei diritti” del social più famoso avevamo già parlato, però questo è diverso.
Questo è un paletto piantato per affermare un principio.
Anche se internet è il luogo in cui tutto è permesso, mi sembra corretto dire che le MIE fotografie debbano essere usate se non almeno con il consenso quantomeno citando l’ autore.
Quindi possiamo tornare alla diatriba sulla filigrana, metterla o non metterla?
Domanda che può essere paragonata alla diatriba Canon Vs Nikon, il mio parere è che una firma, sopratutto per le foto che si postano su Fb vada messa. Se qualcuno la elimina, dimostra la sua malafede in maniera palese e se Zuckembreg si volesse prendere la foto se la prende con tanto di firma.
I watermark invasivi, tipo agenzia fotografica li riserverei solo per le fotografie commerciali, quelle per intenderci che il giornale dovrebbe pagarvi e che invece prende dal pensionato con la passione per la fotografia, dicendogli che metterà il suo nome in 34esima pagina o dal ragazzetto a cui racconta che poi lo farà diventare giornalista.
E voi che ne pensate?