Dieci motivi per fotografare, anche seriamente…

Sulla scia dei successi del mai abbastanza citato guru – blogger Alessandro Girola, diamo una ventata di ottimismo con la pubblicazione di questo post.

Qualche giorno addietro avevamo cercato di dissuadere dal intraprendere la carriera di fotografo con questo decalogo, adesso vediamo di eseguire l’ operazione contraria.

Nota bene, qui parliamo di chi vuole fotografare in maniera più seria della media, ovvero quella posizione che si addice a  chi scatta con un fine ben preciso (confine tra il professionismo ed il fotocazzoamatorismo).

 

[custom_list indent=”16″]
[list_item icon=”check”]

1. Prima che vi pubblichino o utilizzino un vostro lavoro passerà del tempo, ma nel frattempo avrete sviluppato un occhio fotografico che vi tornerà utile in più occasioni, anche per la semplice scelta del divano da comprare.

2. Deciderete voi come rappresentare la realtà. Più brutta o più bella di quello che vedete mai eguale però ad un altro.

3. Con le moderne tecnologie potete far conoscere il vostro lavoro a costo zero in tutto il globo ed avere un riscontro in tempo reale. E se avete del talento ci sono possibilità che veniate premiati. (difficile)

4. Fotografando riuscirete a capire la bellezza e la complessità dei lavori altrui e distinguerete tra chi è veramente bravo e chi produce del fumo.

5. Anche se dovrete trovarvi un altro lavoro perchè la rincorsa all’ ultima uscita tecnologica vi svenerà e, all’ inizio non guadagnerete nemmeno i denari per comprare una scheda di memoria, ci sono buone possibilità che il cugino della vostra vicina di casa vi chieda le fotografie della comunione della nipote e vi ripaghi con una torta di mele fatta in casa.

6. Ora con il digitale potete scattare praticamente a costo zero, mentre una volta i rullini e gli sviluppi li pagavate cari ( e per questo oggi è pieno di bimbiminkia che riempono fb, flickr ecc di foto sfocate davanti allo specchio con il flash) e quindi a furia di scattare capirete dove sbagliate.

7. Poter dire “faccio il fotografo”  fa sempre figo, se poi assumente un aria trasandata da artista maledetto può darsi che rimorchiate (non provateci mai con chi fotografate, fareste figure di merda! O prima, o dopo)

8. Andrete in posti che vi sarebbero stati preclusi e godrete di privilegi particolari (ai bordi del campo di calcio, sotto il palco, ecc ecc)

9. Anche se vi pagheranno poco, avrete la soddisfazione di dire “questa l’ho scattata io” quando aprite il giornale.

10. Ci saranno persone che vi diranno grazie perchè avete scattato loro una foto in un momento bellissimo e se lo ricorderanno grazie a voi e questo sarà la soddisfazione più bella, ci saranno anche persone che vi manderanno a quel paese ma non importa.

[/list_item]
[/custom_list]

 

 

10 buoni motivi per non fare il fotografo

film che ha rovinato generazioni di fotografi

Prendendo spunto dall’ articolo del guru-blogger Alessandro Girola ho adattato al mondo della fotografia la sua personale classifica.

1 – Non c’è un euro. A parte pochissime eccezioni (che si contano sulle dita di una mano monca) sarete costretti a lavorare per pochi euri e a lottare per prenderli, di solito in ritardo.

2 – Se pensate di lavorare per l’ editoria ci sono buone possibilità che dobbiate combattere con molti più bravi di voi, verrete pagati (forse) poco vedi punto 1 e vi assegneranno i lavori peggiori

3 – Se pensate di fare il fotografo perché “fa’ figo” avete sbagliato completamente mestiere. La realtà non è come i film vi vogliono far credere.

4 – Soddisfazioni poche, incazzature molte. Sopratutto nei primi tempi ci sono buone possibilità che il vostro lavoro finisca rapidamente nel cestino.

5 – Critiche a palate. Probabilmente la prima volta che farete visionare il vostro portfolio da un professionista finirà direttamente nel cestino, il vostro ego ne soffrirà molto.

6 – Dovrete dare fondo alle vostre risorse finanziarie per aggiornarvi e acquistare l’ attrezzatura migliore. Sarete poi preda degli uomini del marketing delle case costruttrici che insinueranno il dubbio che le vostre foto siano brutte perché non avete l’ ultimo modello di fotocamera/obbiettivo, e voi ci cascherete dilapidando il vostro patrimonio e quello dei vostri familiari

7 – Passerete i giorni e le ore migliori a fotografare invece che con i vostri cari, perché se accade qualcosa invece di godervelo dovrete lavorare (feste, sabati, domeniche)

8 – Perderete ore di sonno. Da quando la tecnologia ha imposto il digitale, dovrete fare anche tutta la parte di editing e sviluppo che prima faceva il laboratorio. E quindi comprarvi anche il pc più performante, l’ ultimissimo software e ricadrete nel punto 6

9 – Non pensate di fare i fotografi per rimorchiare. Se provate a fare una cosa del genere con una modella verrete sputtanati a vita nel globo terracqueo non lavorerete più. Con le modelle dovrete comportarvi come con il vostro commercialista, pagatelo per fare il lavoro e basta.

10 – Sarete soli. Mentre tutti sono a divertirsi voi sarete a lavorare e quando avranno finito voi sarete a mettere a posto le foto. Poi però avrete liberi giorni in cui nessuno dei vostri amici potrà vedervi.

Rimanete sereni poi farò anche la versione positiva.