La necessità di commentare

Ormai il dilagare delle condivisioni sui vari social ha prodotto quello che può esssere definita una piaga dei nostri giorni, ovvero la necessità di commentare.

Oramai tutti sentono l’ esigenza di dover dire la loro, di commentare (spesso a sproposito) su ogni cosa vedono passare nella loro sfera di interesse.

zuckerberg-facebookAnche se il malvagio Zuzzemberg profila quello che ci appare nel suo scatolone blu secondo i suoi comodi, ovvero quello che vediamo sono le inserzioni che pagano gli altri si attaccano, è ormai scontato che tutti debbano essere tuttologi. Politica, arte, sport ognuno si sente in dovere di commentare, spiegare criticare.

Nel campo della fotografia, le critiche e le considerazioni degli altri sono una buona palestra per migliorare ma, e qui c’è l’inghippo, devono essere fatte da qualcuno che sappia di cosa si parla.

Controllate le discussioni sotto le foto che vengono postate, commenti sulla risoluzione fatti guardando una foto sul web, critiche sui soggetti, e via discorrendo.
Non nego che certe volte ci siano delle cose che sono ai limiti della denuncia penale per mancanza delle basi ma, a tutto c’è un limite, sopratutto sull’ educazione.

 

Siete proprio sicuri di dover metter becco su tutto o non pensate che certe volte sia meglio osservare in silenzio ?

Iniziamo il 2016

2016Bentrovati, iniziamo il 2016 con qualche anticipazione su quello che dovrebbe (usiamo il condizionale) trovare spazio sul blog.

Intanto, vediamo di mettere altre foto relative al progetto #senzavolto e #incubi, poi i classici articoli di tecnica fotografica che spero di concentrare sulla gestione della luce e del ritratto.

Poi, come avete già visto nelle ultime propaggini del 2015 ci saranno gli articoli di Simona sui viaggi, che ho visto essere apprezzatissimi dai lettori desiderosi di avventura.

Concludiamo con qualche anticipazione in campo di e-book anche se per ora è presto, il 2016 vedrà certamente qualche nuova uscita.

Il menù è abbastanza ricco, spero quindi di ritrovarvi su queste per pagine per il quinto anno consecutivo.

Programmazione Estiva

Essendo entrati direttamente nelle estate, anche a livello astronomico, la programmazione del blog si riduce.

Praticamente rallenta come la vitalità del mio unico neurone per il caldo quindi gli articoli compariranno con frequenza random.

Buone Ferie!

P.s se non sapete dove andare in vacanza potete sempre dare un occhiata a questo eBook

Tre anni

tre_anniNon avrei mai pensato di arrivarci, tre anni di blog! Un post autocelebrativo perchè tre anni nella blog sfera sono tantissimi.
I numeri non sono certo esaltanti, 482 articoli, 37000 visitatori e circa 210000 pagine viste sono numeri che i veri blogger fanno in un mese ma, per un blog tecnico non sono proprio da gettare.

In questi anni penso di aver messo on line diverse discussioni interessanti, ho voluto evitare di fare un blog solo per mettere le mie fotografie (sarebbe stato tremendamente palloso) e cercare di fornire qualche spunto di discussione. I vari pinguini, panda e altri algoritmi di zio gugle hanno deciso di non mandarmi più visitatori  perchè altri sono più meritevoli (oppure pagano) ma me sbatto abbastanza.

Alcuni in privato mi fanno i complimenti ma non commentano, oppure lo fanno su FB;  questo fa sì che le cifre dei commenti non siano esaltanti.
In questo periodo ho limitato gli aggiornamenti del blog ad un articolo alla settimana perchè sia io che i miei collaboratori siamo abbastanza impegnati con il resto il mondo esterno, speriamo che ci siano degli sviluppi per il futur, progetti nel cassetto ce ne sono molti.

A presto.

Programmazione Estiva

caldo[1]Ormai l’ estate è arrivata, anche se non quella astronomica.

Quindi, premesso che patisco il caldo e che le temperatura elevate spengono i miei neuroni residui (pochi), la programmazione estiva degli articoli del blog subirà qualche variazione.

Complice la morte degli internauti estivi ed  il calo drastico dei visitatori, cercherò di mettere in atto il metodo Ettone (cit)  quindi la programmazione non manterrà la costanza invernale.

Speriamo che con il passaggio degli anticicloni ritorni il clima mite e che quindi ci possa essere spazio per nuovi progetti fotografici!

Buon Bagno


 

P.s. Il metodo Ettone prevede per l’ estate sdraiarsi su di una spiaggia a non fare un cazzo con una birra in mano, per maggiori dettagli seguite il link

Chiudere o non chiudere ?

In altri parti della blog sfera, dove ci sono i blogger quelli bravi in questi giorni è ricorrente una domanda:

[content_bar]chiudere o non chiudere (il blog) ?[/content_bar]

Le motivazioni sono diverse, la carenza dei commenti, la scarsa partecipazione dei lettori ai contenuti, l’ attenzione rivolta solo alle polemiche o ai post surreali.
Blogger con molta esperienza indicano questi fattori come tendenze dei frequentatori della rete distratti sempre più dai social dove l’ interazione è diversa e limitata agli scambi di battute senza gli approfondimenti che sono propri dei blog.

L’ analisi dei flussi di traffico vede anche l’ utilizzo del blog, ancorché penalizzato dalle logiche imperscrutabili di gugle, sopratutto indirizzato ad un fattori di ricerca e risoluzione problemi.

Quindi, a distanza di secoli la domanda è sempre la stessa: Che fare?

essere-non-essere

Per adesso sino a che ci saranno argomenti continuerò a scrivere, mi piacerebbe arrivare almeno al traguardo dei tre anni, poi…chi vivrà vedrà.

Prima di chiudere devo anche ringraziare la mia Socia chi mi aiuta in questa avventura e il nuovo acquisto Gemma che ha rivitalizzato la rubrica della ricetta domenicale!

Boomstick Award – Edizione 2014

Bentrovati al Boom stick Award Edizione 2014, il prestigioso riconoscimento assegnato nella blogsfera italiana grazie alla vulcanica mente di Germano “hell” Greco.

Quest’ anno ho ricevuto nuovamente il riconoscimento per il Blog, la cosa non mi può che fare un immenso piacere perché che il blog è una gratificazione personale (mai guadagnato un cents) e questo mi gonfia l’ ego, anche se non sono certo capace a vendermi, cosa che riesce benissimo a molti colleghi, ringrazio anche la mia Socia che mi aiuta nella gestione del blog. Il premio è metà suo.

Vediamo di ricordare le regole per l’ assegnazione del premio, come dal post originale.

boomstickaward2014Per conferirlo, è assolutamente necessario seguire queste semplici e inviolabili regole:

1 – i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore

2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione

3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto

A cui aggiungo una quarta regola, ché l’anno scorso me le hanno fatte girare:

4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite

E ora veniamo ai vincitori dell’edizione 2014:

Fotocrazia di Michele Smargiassi

  • Perché Michele Smargiassi è una persona di un cultura enorme e non solo fotografica
  • Perché i suoi articoli riescono a fornire spunti di discussione per tantissimi
  • Perché anche se non condivido i suoi gusti mi ha fatto conoscere artisti eccezionali

Katiusha di Ekaterina Buscemi

  • Perché è una delle poche persone a suo agio davanti e dietro la macchina fotografica
  • Perché ha talento e, quando sarà famosa, potrò dire “io l’ avevo detto”
  • Perché, anche se abita nella città più provinciale d’ Italia pensa come se fosse a New York

Nella Mente di Redrum di Gianluca Santini

  • Perché abita nell’ unico posto posto che scambierei con casa mia, la Sardegna
  • Perché gira per i monti e si diverte (io di solito lo faccio per lavoro e mi incazzo)
  • Perché, abbiamo scritto insieme Leopardi alternativo

Cose Morte di Massimo Mazzoni

  • Perché si fida dei miei editing
  • Perché i suoi personaggi di fantascienza sono quasi credibili
  • Perché free Massimo (questa la capiranno in pochi)

Il Giorno degli Zombi di Lucia Patrizi 

  • Perché scrive delle recensioni che sono molto meglio dei film
  • Perché per lavoro è costretta guardare delle cose rivoltanti ma tiene duro
  • Perché sfida il traffico della Capitale con sole due ruote

BookAndNegative di Germano “Hell” Greco

  • Perché pubblica quando vuole e se fotte del SEO
  • Perché mette le mie foto nella home page e apprezza il mio stile
  • Perché le sue recensioni mi evitano di guardare delle boiate in tv

Strategie Evolutive di Davide Mana

  • Perché se fosse vissuto nei secoli scorsi lo avrebbero chiamato “uomo enciclopedico”
  • Perché può permettersi di scrivere in inglese per fare dispetto agli gnè gnè nostrani
  • Perché riesce a sopravvivere nell’ Astigianistan nonostante l’ ostilità dei locali.

Ora, fatti i complimenti ai vincitori,  che figureranno nella Hall of Fame, è bene ricordare due cose:

costoro possono a loro volta assegnare il premio ad altri 7 blogger, ma non arrogarsi la paternità del banner e del premio, quella è di Hell, quindi DOVETE  citarlo nell’articolo.

L’assegnazione del premio deve rispettare le 4 semplici regole sopra esposte.  Qualora una di esse venga disattesa, il Boomstick Award sarà annullato d’ufficio, su questo blog, e in sostituzione, verrà assegnato il:bitchplease2014

Compleanno

http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-image-birthday-candle-2-image6363996Si, lo so che non è bello fare post autocelebartivi. Però oggi sono due anni di vita del blog, quindi mi sento di festeggiare il compleanno.
Due anni possono essere pochissimi ma, per la rete iniziano ad essere molti. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato alla vita di questo spazio, ci sono stati un sacco di cambiamenti, la grafica è migliorata ed ora il blog ha un aspetto più professionale (solo l’ aspetto, perchè io rimango sempre blogger barbone).

354 articoli, più di 100.000 pagine viste e 22000 visitatori unici possono essere piccoli numeri se paragonati ai big della blog sfera ma per  me sono un buon risultato.

Da parte mia posso assicurarvi che si continuerà a parlare di fotografia, libri e a sperimentare nuove ricette.
Speriamo di rivederci l’ anno prossimo per festeggiare il terzo anno di vita.

Grazie a tutti coloro passano di qui e leggono anche se commentano poco.

Cosa vi piace ?

Titolo intrigante (per far piacere all’ amico Gugle così mi indicizza l’ articolo in maniera umana) ed ispirato ad un post del web-guru Ferruccio Gianola che ha spiegato come riesumare i vecchi post e dar loro nuova linfa. Vediamo quindi di trovare anche un filo conduttore per capire quali sono i gusti dei lettori.

Top 5

Top 5

Spulciando nelle statistiche del blog vediamo cosa è uscito:

Al primo posto  troviamo l’ articolo dedicato alla polemica sull’ utilizzo indebito delle fotografie, salito al top grazie anche al traino di Eolo protagonista involontario della polemica;

Al secondo posto c’è l’articolo su Valentina, personaggio dei fumetti che nella sua vita di carta interpreta una fotografa di moda;

Al terzo posto un intervista con una giovane e talentuosa fotografa spezzina, Ekaterina Buscemi;

Al quarto posto l’ articolo di tecnica su cosa debba contenere una fotografia sia a livello di tecnica che di ispirazione;

Al quinto posto l’ articolo sul Palio del Golfo di La Spezia trainato dall’ attesa dell’ evento.

E voi cosa preferite?

Sito di qualità

Non è che sia particolarmente bello incensarsi, però se arriva un riconoscimento fa’ sempre piacere. Nei giorni passati ho ricevuto questo attestato, non so quanto possa essere utile/importante/valido però non lo butto via
Senza-titolo-1

Se serve a qualcosa ve lo saprò dire nei prossimi mesi, c’è anche il bottoncino. Ma non penso che lo inserirò nel template del blog.
siti