Crea sito

Storie del Cesso, adattate e riviste

Questo quasi-meme nasce per caso sulle pagine di Book and Negative, il blog di Germano M. (guardate anche la versione inglese ci sono un sacco di mie fotografie 🙂 )

Come accade alle cose intelligenti in pochi giorni la pandemia è dilagata, sul post originale trovate tutti gli articoli relativi.

Ma di che si tratta? E che c’entrano i cessi?void_wc_ceramica_flaminia_001

Prima dovreste leggere l’articolo di Germano e vedervi il video tratto da “Le iene” di Tarantino, in esso linkato.
In pratica si tratta di rispondere a quelle domande che vi fanno fuori dal web, quando vi lasciate scappare che avete il vizio dello scrivere, domande tipo:
  • Come hai iniziato a scrivere?
  • Perché scrivi?
  • Cosa scrivi?

Ora, visto che io non scrivo se non la lista della spesa o altre cose noiosissime ed inutili, ho adattato e rivisto le domande con quelle che normalmente mi vengono rivolte quando la gente mi vede con la macchina fotografica ovvero:

  • Come hai iniziato a fotografare?
  • Perché fotografi?
  • Cosa fotografi?

Vediamo quindi di rispondere a queste domande oramai divenute il nuovo meme.

[highlight1]Come hai iniziato a fotografare?[/highlight1]

Con una Nikon F401 che mi sono comprato con i soldi risparmiati duranti i lavoretti estivi quando andavo alle superiori.
Ho iniziato perché essendo una schiappa a disegnare volevo poter dare corpo alle idee che avevo in testa.
La mia prima foto è stata quella di un antenna, per di più sottoesposta.

[highlight1]Perchè fotografi?[/highlight1]

Di solito perchè mi pagano, molte volte perchè mi ci mandano e alcune volte per soddisfazione personale.
Non ho nessun demone da esorcizzare o malessere interiore da mostrare, e le foto sfocate rimangono sfocate non sono “espressione di un disagio”

[highlight1]Cosa fotografi?[/highlight1]

La maggior parte delle volte lo sport e gli sportivi, ogni tanto qualche evento di cronaca. Mai bambini, matrimoni (solo un eccezione) o animali.
Niente tramonti.

La mia sintetica risposta l’ho messa, e adesso che voi siate scrittori, fotografi o artisti dite la vostra!
Seguite la pandemia su twitter con l’ hastag #storiedelcesso

 

One thought on “Storie del Cesso, adattate e riviste

Comments are closed.