Crea sito

Soldi e blog

Se siete abituali frequentatori della blogsfera italica non vi saranno certo sfuggite le innumerevoli polemiche di questi giorni relativamente ai blog, donazioni, giornali e compagnia cantante.
Se seguite questo articolo troverete tutti i link ai diversi articoli che hanno scatenato il putiferio. Non è che la questione mi entusiasmasse a dismisura, ma sono praticamente stato travolto e quindi ho voluto inserire il mio piccolo contributo.

Questo blog non sarà mai a pagamento, tanto per essere chiari e diretti sin dall’ inizio. Il mio lavoro è ben altro, e la qualità/frequenza di aggiornamento/corposità degli articoli è tale che non pretendo certo una retribuzione, anche perchè fondamentalmente ho aperto il blog per interfacciarmi con l’ esterno, questo non vuole dire che se vi servissero cose più specifiche non le dobbiate pagare! Volete una lettura approfondita del vostro portfolio (quello che in editoria si chiama editing) non ve lo posso certo fare gratis, e così sarà per altre sezioni che ho in mente di aprire in futuro.

Ho però  aggiunto da qualche tempo la segnalazione di prodotti sul sito Amazon;  se il prodotto vi interessa e lo volete comprare, se cliccate attraverso il link che trovate in fondo all’ articolo, Amazon mi riconosce qualche centesimo in buoni da spendere presso di loro. Sia ben chiaro che a voi NON COSTA UN CENTESIMO IN PIU’, lo scrivo in grosso perchè alcuni colleghi hanno avuto lettori che pensavano di dover pagare un sovraprezzo. Oppure controllate la mia lista dei desideri Amazon.

Nell’ escursus polemico dei giorni scorsi è uscita anche la polemica relativa alle donazioni spontanee con PayPal, alcuni ritengono che sia come chiedere l’ elemosina, paragonando il blogger che inserisce tale tasto ad un accattone.

cioè, amico hai degli spicci?

La mia opinione l’ ho esemplificata in maniera molto semplice, inserirò il bottoncino donate in fondo agli articoli, nessun obbligo nemmeno morale di cliccarci sopra.
Valuterete voi se il contenuto dell’ articolo vi è stato utile, magari vi ha risolto qualche dubbio oppure il consiglio che avete letto vi ha permesso di portare a casa una foto che diversamente non avreste scattato. In quel caso potreste offrirmi un caffè come magari potrebbe accadere se ci incontrassimo di persona al bar, magari la prossima volta offrirò io.

Un discorso a parte è riservato a coloro che hanno paragonato i blog a delle riviste, tanta è la marea di cazz  imprecisioni che hanno scritto che meriterà una trattazione più esaustiva