Crea sito

Sedano in tutte le forme

Durante la settimana, in lande remote di internet, si discuteva del sedano. Se ne parlava a livello di pietanza per vegetariani/vegani, e poi si è degenerati…ma lasciamo stare.

Ora visto l’ inverno che incombe alle porte parliamo degli utilizzi del sedano, sia da solo che in insalata o come accompagnamento per altri piatti.
Inziamo con il lavarlo bene perché sarà sicuramente pieno di terra, levando le coste esterne che sono le più dure (quelle verdi) e le foglie. più verdi. Quelle chiare interne si possono mangiare direttamente così con un po’ di sale ed olio d’ oliva insieme a quello denominato “cuore” ovvero la parte più interna.
Ora vediamo come mangiare la nostra verdura invernale.

Cruda
Le parti più interne possono essere mangiate dopo averle intinte in una salsina di olio, sale e pepe con eventuale goccia di tabasco (pinzimmonio) come aperitivo o come contorno.
Oppure possono far parte delle verdure da accompagnare con la bagna cauda insieme a finocchi, cardi e peperoni.
Le coste più grosse possono essere usate come contenitore per mousse e patè.

Cotto
Oltre ad essere un parte fondamentale per la realizzazione del brodo costituisce, insieme agli inseparabili amici carota e cipolla, la base per il ragù.
Potete anche farlo bollito tagliarlo a rondelle e passarlo in padella con olio, aglio e peperoncino.

Per tagliare il sedano vi serve un coltello buono come questo:


This entry was posted in Ricette.

2 thoughts on “Sedano in tutte le forme

  1. Potete anche farlo bollito tagliarlo a rondelle e passarlo in padella con olio, aglio e peperoncino.

    Si impara sempre qualcosa di nuovo:-)

Comments are closed.