Crea sito

La foto che ti cambia la vita

 pedrizetti

Chi ha qualche anno in più l’ avrà sicuramente riconosciuta, questa è una delle foto che ti cambia la vita, o almeno l’ ha cambiata al suo autore l’ architetto Paolo Pedrizzetti, scomparso pochi giorni fa’ per un banale incidente domestico.

Facciamo un passo indietro. Era il 14 maggio del 1977 a Milano in Via de Amicis ci sono degli scontri un gruppo di autonomi estrae la P38 e inizia a sparare verso i poliziotti  (il primo che mi viene a dire che oggi c’è violenza nelle strade gli faccio un ripassino di storia), Pedrizzetti è a margine della strada con la sua macchina fotografica. Non è un professionista, vede il tipo con il passamontagna in posizione di tiro da manuale e scatta. Senza pensare alle conseguenze, senza riflettere. Alla sera la foto è su Corriere d’ informazione e il giorno dopo inizia a fare il giro del mondo, diventerà l’ icona degli anni di piombo (in questo articolo c’è descritta tutta la cronistoria).

Cosa sarebbe successo oggi, quante inquadrature avremmo avuto? Dopo quanti secondi la foto sarebbe stata sui social, e non avremmo avuto un simbolo ma solo un flusso di informazioni.
Ve lo immaginate Corda che fotografa il Che con suo iPhone, poi applica un filtrino e mette su istantgram?
Secondo voi sono finiti i miti?

 

2 thoughts on “La foto che ti cambia la vita

  1. Fosse successo oggi invece di avere gente che scappa ci sarebbero una 40ina di persone con l’iphone in mano intente a riprendere il tutto!
    La quantità è inversamente proporzionale alla qualità e ora come ora di qualità ce n’è ben poca a parte casi sporadici (purtroppo).. per il ritorno dei miti credo che dovremo aspettare un’inversione di tendenza :/

  2. Oggi i miti sono passeggeri come la fama, che spetterà a tutti per un quarto d’ora, secondo Andy Warhol…

Comments are closed.