Crea sito

Cefalopodi ustionati (Calamari alla piastra)

Oggi la ricetta domenicale è leggera, estiva e profuma di mare.
Recatevi quindi senza indugio dal vostro pesciaio di fiducia e acquistate dei simpatici cefalopodi (non ditegli così altrimenti rischiate che vi tiri dietro un blocco di ghiaccio acuminato) ovvero dei calamari.

Puliteli eliminando gli occhi, la vescichetta dell’inchiostro e l’osso dei calamari e anche il deposito giallastro che si trova sotto la testa, tagliateli quindi in fettine quadrate.
A parte sbattete dell’olio e del succo di limone, sale e pepe, con la salsina ungete i calamari. Scaldate la pietra ollare o la padella in ghisa (se aveste della brace sarebbe anche meglio) e quando è rovente disponete le fettine ben marinate.
Mentre rosolano bagnate con un la salsina di cui sopra allungata con un poco di vino bianco.   Quando i bordi saranno rosolati sono pronti. Servite caldissimi su di un letto di insalatina fresca con un filo d’olio a crudo,  aglio e prezzemolo.

2 thoughts on “Cefalopodi ustionati (Calamari alla piastra)

Comments are closed.