Crea sito

Tag: davide mana

Da qui a dieci anni…

marzo 13, 2012 Blog con 8 commenti di
mulino

Arrivo da buon ultimo e mi aggancio alla catena creata da Davide sul suo blog, immaginando il mio futuro nel 2022. Interessante esercizio, nonchè inquietante prospettiva. Quindi iniziamo.

1) Mulino Bianco

La vita scorre normale, sono sposato con prole. Il lavoro galleggia, con lo stipendio della moglie e il mio lavoro ci barcameniamo in un esistenza abbastanza serena, sogno una pensione che non arriverà mai e mi abbruttisco sul divano alla sera davanti alle repliche dei film di Steven Segal ormai mummificato.

2) Crisi! 

Purtroppo la cura del governo tecnico ha fallito e di conseguenza l’ Italia è fallita. Quei pochi risparmi che avevo in banca si sono tramutati in carta straccia, per fortuna mi è rimasta la casa e quindi ho ancora un tetto anche se non riesco a pagare le spese di condominio. Mi arrangio con dei lavoretti di piccole riparazioni, raccolgo le lattine per riciclare l’ alluminio e cerco di recuperare il rame in concorrenza con i rom.
Non ho più una vita sociale ma ogni tanto riesco a scroccare una connessione wi-fi in biblioteca per aggiornare il blog e cercare i vecchi amici.

3) Mugnaio

Ho mandato tutti a spigolare, lasciato lavoro e mi sono trasferito nell’ entroterra. Ho comprato la nuda proprietà del vecchio mulino e passo le giornate ad imparare l’ arte dei due anziani mugnai. Le mie giornate le trascorro nei campi e, quando tramonta il sole, carico la tramoggia per macinare durante la notte. Oramai sono abbastanza pratico, ho un giro di clienti fissati con il biologico che mi garantiscono le commesso, se alla moglie concedono il part-time apriamo un agriturismo nei WE per arrotondare.

4) Successo

Ho finalmente scattato “lafotocheognifotografoavrebbevolutoscattare”  il noto uomo politico integerrimo in una trasgressiva festa gay dove si intrattiene con un robusto giovane di colore poco vestito.
Scenario A: Il trattamento antiriflesso delle ottiche della rinomata casa giapponese, nonostante le premesse e le migliaia di euro, non vale una cippa. Un lampo sulla lente mette in allarme le guardie del corpo e, come dice l’ amico Angelo, nessuno corre più veloce di 7,62   mm. Parti della mia scatola cranica si spargono sulla terra, e nonostante le diverse puntate di “Chi l’ha visto” sul caso rimarrà sempre un mistero.
Scenario B: Porto a casa lo scatto e riesco a venderlo ad un agenzia fotografica con sede nelle Isole del Canale. In poche ore finisce sulle pagine dei giornali di tutto il mondo, il mio conto corrente si gonfia a dismisura, con le royality divento ricco. Finisco sulla copertina di diversi magazine e ho la fila di celebrity alla porta che vogliono un servizio, Rhona la fotografo la settimana prossima. L’ unico problema è che continuare a pasteggiare con i crostacei mi alza il colesterolo.

5) Romitaggio

La monotonia mi ha portato alla depressione. Sono stato abbandonato dalla moglie che mi  ha dissanguato con la richiesta degli alimenti. Finiti i soldi che avevo da parte, ho messo le mie poche cose in uno zaino, ho venduto le macchine fotografiche e mi sono messo in viaggio. Ho iniziato a percorrere il Cammino, ho riscoperto il piacere del contatto con la natura, i ritmi della giornata scanditi dal giorno e dalla notte. Trovo ospitatilità nei conventi oppure dormo sotto le stelle, purtroppo il freddo inverno del 2023 avrà la meglio sul mio fisico indebolito, troveranno a primavera il mio corpo dopo che la coltre nevosa si sarà sciolta.

 

Le immagini pubblicate su questo blog sono state reperite in rete, dove è noto viene citata la fonte o rispettato il Copy. Se trovate foto vostre sul blog contattatemi e provvederó a rimuoverle. Le altre sono mie.