Nuovo arrivo

Z-sony-a6000-onHandIn questo inizio di estate, quando il caldo sale e spegne i neuroni, ho ampliato il parco macchine.Il nuovo arrivato è una mirrolens della Sony, una a6000.

Macchina fuori produzione, soppiantata ora dalla nuova uscita a6300 e perciò trovata a prezzo conveniente con il suo obbiettivo in kit 16-50. Il primo impatto è stato abbastanza scioccante, abituato a macchine che pesano più di un chilo con obbiettivi altrettanto grandi è stato abbastanza strano trovarsi in mano una macchina di qualche etto.

La prima impressione è stata buona, il feeling abbastanza marcato. Risultano un pochino stranianti i moltissimi comandi e funzioni con menù e sottomenù ma, importante è trovare i comandi fondamentali tempi diaframmi e ISO.

L’ obbiettivo in kit dimostra tutti i suoi limiti ma, va bene per la sua portabilità e versatilità, il fatto di essere rientrante impedisce l’ uso di paraluce e filtri, vedremo di trovare un obbiettivo più serio da accoppiarci.Ovviamente il mirino elettronico necessita di una buona dose di adattamento per chi viene dal mirino ottico.

Nota di demerito. La slitta di plastica per la copertura del contatto flash non viene fornita e deve essere comprata a parte, una pezzenteria da parte di una grossa casa costruttrice che non mi sarei aspettato (speso 2 € su Amazon)

Nasce Locked, rivista di smartfotografia

unnamedOggi parliamo di una nuova uscita editoriale perchè nasce Locked, rivista di smartfotografia.

Un tempo la qualità delle fotografie fatte con lo smartphone non era all’altezza, poi le aziende hanno scommesso tutto su questa funzione. La  community vive online ma, il giornale resta il luogo di riflessione, per questo nasce Løcked.

Locked è il primo giornale-community per chi coltiva la passione della fotografia scattata e trattata attraverso smartphone e app. Luoghi, persone, moda, reportage. Una community online per mostrare e condividere le proprie fotografie, un giornale che ogni sei mesi seleziona il meglio dalla community e lo nobilita raccontandolo su carta.

Locked è una rivista, ma è soprattutto una community di appassionati di fotografia realizzata con lo smartphone. In edicola in abbinamento ad Arbiter

Per condividere l’hastag  è#lockedart, il nostro account Instagram è
@Lockedmagazine.

Per saperne di più cliccate qua

La necessità di commentare

Ormai il dilagare delle condivisioni sui vari social ha prodotto quello che può esssere definita una piaga dei nostri giorni, ovvero la necessità di commentare.

Oramai tutti sentono l’ esigenza di dover dire la loro, di commentare (spesso a sproposito) su ogni cosa vedono passare nella loro sfera di interesse.

zuckerberg-facebookAnche se il malvagio Zuzzemberg profila quello che ci appare nel suo scatolone blu secondo i suoi comodi, ovvero quello che vediamo sono le inserzioni che pagano gli altri si attaccano, è ormai scontato che tutti debbano essere tuttologi. Politica, arte, sport ognuno si sente in dovere di commentare, spiegare criticare.

Nel campo della fotografia, le critiche e le considerazioni degli altri sono una buona palestra per migliorare ma, e qui c’è l’inghippo, devono essere fatte da qualcuno che sappia di cosa si parla.

Controllate le discussioni sotto le foto che vengono postate, commenti sulla risoluzione fatti guardando una foto sul web, critiche sui soggetti, e via discorrendo.
Non nego che certe volte ci siano delle cose che sono ai limiti della denuncia penale per mancanza delle basi ma, a tutto c’è un limite, sopratutto sull’ educazione.

 

Siete proprio sicuri di dover metter becco su tutto o non pensate che certe volte sia meglio osservare in silenzio ?