Avete bisogno di un Photoeditor ?

guantiSe vi state chiedendo se avete bisogno di un photoeditor probabilmente ne avete bisogno. Il fatto stesso di riconoscerlo è già una buona cosa.

Ma facciamo un passo indietro, chi è il Photoeditor?

Nei tempi passati era quella persona che decideva la carriera di molti fotografi, il suo sì voleva dire la pubblicazione della foto su di una rivista o su di un quotidiano. Ovviamente più il quotidiano/rivista erano importanti più era difficile anche solo farsi esaminare il portfolio oppure il plasticone con le dia.

Adesso che le immagini le comprano, anche i magazine più prestigiosi, su Fotolia a 1,00 euro questo passaggio è divenuto molto diverso.

Adesso il photoeditor ha assunto le sembianze degli editing nella scrittura. Persone come il mio amico Germano che analizzano il testo scritto e apportano le modifiche e le correzioni che servono per renderlo pubblicabile.

La stessa cosa nella fotografia, anche se i fotografi sono molto più egocentrici degli scrittori e non accettano che qualcuno possa saperne più di e possa suggerire consigli e/o modifiche alle opere d’arte realizzate.

 

11 regole per fotografare meglio

DSC_1634Oggi un post che trae ispirazione dalle regole dello scrittore  Henry Miller.
Miller aveva una rigidissima disciplina per quanto relativo alla scrittura, aveva scritto addirittura undici comandamenti, consultabili nel suo manuale di scrittura (Henry Miller on Writing), vediamo come possono essere utili per i fotografie quindi quali siano le 11 regole per fotografare meglio.

  1. Fai una cosa alla volta e non passare alla successiva finché non l’hai completata.
  2. Non cominciare altri nuovi progetti se non sei in grado di finirli.
  3. Non essere nervoso. Lavora con calma, con gioia, con coraggio o come ti pare.
  4. Lavora seguendo il Programma e non in base al tuo Stato d’Animo. Fermati al momento stabilito!
  5. Quando non puoi creare, puoi sempre lavorare.
  6. Aggiungi un po’ di cemento ogni giorno, invece di nuovo fertilizzante.
  7. Resta umano! Vedi gente, vai in giro, bevi se ti viene voglia.
  8. Non sei un cavallo da soma! Lavora solo con piacere.
  9. Dimentica il Programma quando ne senti il bisogno ma, poi torna a seguirlo il giorno dopo. Concentra. Riduci. Escludi.
  10. Dimentica le foto che vorresti scattare e pensa solo a quelle che stai facendo.
  11. Fotografa sempre e prima di tutto. Arte, musica, amici, cinema vengono dopo.

E voi siete d’ accordo con la filosofia di Miller ?


 

P.s.  Le regole le ho adatte io alla fotografia ma i concetti sono quelli.

Yoga e Chakra

7T1ght8---Imgur-(1)

questa è la copertina non ancora definitiva

Un breve post per aggiornarvi che tra breve uscirà il nuovo libro di Lara Maggi.  Chi segue il blog conosce già il talento e la bravura di questa ragazza, chi non si fosse ancora informato può vedere il link in fondo alla pagina.
Gli allievi di Lara conoscono già la sua visione personale e il suo rapporto con la meditazione, nei suoi studi la visione dei Chakra è fondamentale per il controllo delle energie vitali che attraversano il nostro corpo.

“…CHAKRA è una parola sanscrita che ha diverse traduzioni, anche se tutte rimandano al significato di una forma circolare, ovvero il Bindhu”  dalla premessa

Il libro in preparazione è incentrato sui Chakra e sulla loro connessione con le posizioni dello yoga. Verranno esaminate le relazioni che intercorrono tra queste due cose e quali sono le posizioni dello yoga che contribuiscono all’ apertura del flusso energetico.

 

Realizzato in formato digitale lo troverete nello store Amazon al solito prezzo di una colazione.

 

Intanto potete prendervi il libro sullo yoga per imparare i fondamentali di questa disciplina cliccando sull’ icona qua sotto.